Taste - Sapori Mediterranei

“C’è il sole anche se piove..” a Napoli nasce la piazza Marcello Torre

Marcello Torre fu assassinato, mandante Raffaele Cutolo, l'11 dicembre del 1980. La camorra si era avventata sugli aiuti che stavano per giungere alle popolazioni colpite dal sisma.

78952596_1434341050064504_8814845004041158656_n

E’ stata intitolata questa mattina, nei pressi del palazzo di giustizia al Centro Direzionale di Napoli, una piazza a nome di Marcello Torre. A raccontare la cerimonia l’associazione Marcello Torre promotrice anche del “Premio Nazionale per l’impegno civile Marcello Torre”, presenti anche i familiari di Marcello Torre e i vertici dell’associazione Libera Campania.

Marcello Torre fu assassinato, mandante Raffaele Cutolo, l’11 dicembre del 1980. La camorra si era avventata sugli aiuti che stavano per giungere alle popolazioni colpite dal sisma. Dopo il terremoto Torre stava, invece, preparando la ricostruzione e la macchina organizzativa per far ripartire la “sua gente”. Venne brutalmente ucciso da colpi di lupara mentre si recava in Comune a Pagani. Due anni dopo l’uccisione nacque l’associazione Marcello Torre che da oltre 30 anni oramai cerca di tramandare alle giovani generazioni la memoria del sindaco, avvocato e uomo di giustizia Torre e l’impegno nella lotta alle mafie e la criminalità organizzata.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.