Taste - Sapori Mediterranei

Caso piazza Alario, Dante Santoro: “Non può essere sventrata per delle giostrine”

"Un parco giochi per bambini va fatto ovunque tranne che a Piazza Alario, parliamo di una piazza storica, secolare con alto pregio e non può essere sventrata per mettere le giostrine".

SALERNO - “Piazza Alario recintata. Dopo aver accantonato in un primo tempo il progetto, l’amministrazione comunale, incurante delle proteste dei residenti e di buona parte della cittadinanza ed incurante delle varie iniziative e delle azioni del comitato “Salviamo Piazza Alario” presieduto da Ciro Caliendo, ha deciso di operare in loco per portare a termine un vero e proprio scempio ambientale; ovvero l’eliminazione di alcuni alberi secolari e la creazione di un parco giochi in sintetico per bambini”. Si legge nella nota del consigliere Dante Santoro: “Un parco giochi per bambini va fatto ovunque tranne che a Piazza Alario, parliamo di una piazza storica, secolare con alto pregio e non può essere sventrata per mettere le giostrine. L’esigenza di destinare un’area giochi per bambini nel Centro cittadino l’abbiamo segnalata da tempo, ma andava fatta ovunque tranne che lì… L’ammnistrazione delle vergogne non si smentisce mai, saremo al fianco dei cittadini che dicono no a questo scempio”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.