Taste - Sapori Mediterranei

Caso di meningite: “Il bimbo sta meglio, profilassi per 160 bambini”

Questa mattina il sindaco Napoli si è recato alla scuola Calcedonia, novità sulle condizioni del piccolo ricoverato al Ruggi

Questa mattina in sindaco di Salerno Enzo Napoli si è recato alla scuola Calcedonia, insieme all’assessore Eva Avossa per incontrare la professoressa Mirella Amato, dirigente scolastica del plesso frequentato dal bambito colpito ieri da un sospetto caso di meningite. Era presente anche la dottoressa Maria Grazia Panico, direttrice Servizio Epidemiologia Asl Salerno la quale ha assicurato che nelle farmacie è disponibile l’antibiotico necessario per la profilassi. La dirigente scolastica ha, invece, informato le famiglie che i locali scolastici sono stati puliti e aerati, lasciando tutta la notte le finestre aperte e i termosifoni spenti.

“La dirigente ci ha anche aggiornato sulle condizioni di salute del piccolo ricoverato al Ruggi che sta meglio, nonostante il grande spavento – ha dichiarato Enzo Napoli Il dottor Teodorico Franzese, medico della Asl Salerno, già ieri ha contattato tutti i genitori dei 17 compagni di classe del bimbo che inizieranno immediatamente la profilassi. La stessa è stata estesa a tutti i bambini entrati in contatto stretto con l’alunno, ovvero tutti quelli della mensa (per un totale di 160 bambini). La dottoressa Panico ha spiegato che “non si deve fare la profilassi per i bambini non presenti in questo elenco, in quanto si contribuirebbe a creare una farmacoresistenza. Ho anche spiegato ai tanti genitori presenti che la scuola si poteva chiudere solo se vi fosse stata una precisa richiesta della Asl. Io la posso anche chiudere immediatamente ma non dobbiamo creare inutili allarmismi. La dirigente Asl ci ha detto che è preferibile che il plesso rimanga aperto proprio per monitorare la salute dei piccoli, avendo già appurato che l’apertura stessa non è un pericolo per la salute dei bambini e degli stessi docenti”. Questa mattina mi recherò al Ruggi per incontrare il bambino ricoverato e i suoi genitori”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.