Pizzeria Betra Salerno

Carpedil: ora la salvezza è una realtà

Le salernitane vincono contro la Virtus e conquistano l'aritmetica permanenza in serie A

La Carpedil conferma il trend positivo pure nel posticipo di Cagliari in casa della Virtus e conquista l’aritmetica permanenza in Serie A2 con ben quattro partite ancora da giocare nel girone F di Poule Retrocessione. Vittoria meritata, 49-78 il finale in favore delle cestiste salernitane al PalaRestivo: la classifica parla di dieci punti all’attivo, cinque successi di fila e un obiettivo raggiunto con un roster giovanissimo.

Per quanto riguarda la cronaca della partita: Isolane subito avvisate con un primo parziale di 0-13 dopo pochi minuti, grazie alla grande fame con cui la Carpedil è scesa sul parquet sardo.

Tanta voglia di chiudere la pratica salvezza per Salerno e primo quarto avanti sul 6-15, granatine sempre concentrate e mai sotto. Trascinata dall’esperienza di Braida, dalla verve di Insfran, dalla sagacia di Valerio e dalla fisicità di Ardito, Salerno ha  spinto il piede sull’acceleratore: 16-30 all’intervallo lungo, 30-45 dopo la mezzora

Il vantaggio è aumentato progressivamente, fino ai 29 punti finali che condannano la Virtus Cagliari a restare penultima e a giocarsi la salvezza al massimo ai playout.

La soddisfazione di coach Falbo “Per me questa salvezza è come vincere un campionato, siamo andati al di là delle aspettative, conquistando il traguardo con lauto anticipo – dichiara l’allenatore – Quando ho accettato di subentrare alla guida di questa squadra, tutti mi chiedevano perché lo facessi, dicendo che la squadra non avrebbe avuto speranze e sarebbe retrocessa. Le ragazze sono state eccezionali, bisogna ringraziarle. Hanno lavorato in maniera perfetta in questi due mesi, la partita di stasera è stata la sintesi: un match giocato con la massima concentrazione di tutto il gruppo, dal primo all’ultimo minuto”. 

 

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.