Pizzeria Betra Salerno

Carovana granata, Salernitana scortata in laguna da 700 tifosi

Amore pazzo, più di 700 km di viaggio, la Salernitana non sarà sola neanche a Venezia

Enzo Sica

Imprevedibile questo campionato di serie B che cambia ancora in testa visto che il Palermo sul filo di lana ha battuto il Cosenza e si è in attesa anche del Pescara che giocherà solo lunedì sera. Dunque per la Salernitana c’era anche la possibilità, battendo il Venezia, di balzare in testa alla classifica almeno per una notte perché il Palermo ha avuto tantisssima fortuna nel vincere la sua gara sul filo di lana.  Ma Colantuono come suo solito non guarda il cammino delle altre. La sua Salernitana ha l’obbligo di non voltarsi indietro o di fare calcoli. Certo il quarto posto gratifica già un buon lavoro del te nico romano che, comunque, ha sempre detto che il campionato di serie B, la classifica e chi andrà avanti lo dovremo vedere da gennaio in poi. Dunque nessun volo pindarico o salti in avanti. Si deve vivere alla giornata perché si sa bene che, come hanno dimostrato anche molte gare sia di ieri sera che di oggi pomeriggio, non ci sono partite facili o abbordabili. La Salernitana dunque al Penzo, scortata da quasi 700 tifosi, mira al sodo. Tanto di rispetto per la squadra di Zenga che è in serie positiva ma massima concentrazione nella città lagunare anche perché 17 punti in classifica sono davvero tanti, importanti e c’è un unico neo ancora: non si è vinto mai fuori casa quest’anno. Si, siamo solo alla undicesima giornata è vero ma per mettere il punto esclamativo ad un campionato finora sontuoso lo zero in classifica delle gare in trasferta è un neo che va cancellato. E, dunque, l’allenatore granata si affiderà ancora una volta in attacco al veneto purosangue Riccardo Bocalon che ci tiene, eccome, a far bella figura nello stadio che lo ha visto vincere tante volte con la maglia arancioneroverde qualche anno fa. Farà coppia forse con Vuletich con Jallow che dovrebbe scivolare in panchina. Migliorini e Akpro sono rimasti in città per infortuni vari. Ma rientra dopo tre turni capitan Schiavi che comporrà il trio difensivo con Mantovani e Gigliotti. Sulle fasce Pucino si è meritata la conferma sia per il gol contro il Livorno ma anche una certa continuità. Forse sull’altro out ci sarà Casasola ma non è escluso anche Vitale. Centrocampo praticamente fatto con Di Gennaro e Di Tacchio riconfermati a pieni voti con Castiglia (o Palumbo) per l’ultimo posto disponibile.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.