Taste - Sapori Mediterranei

“Caro amico, ti.. faccio sapere”, Governo valuta apertura di visite anche agli amici

Con la "palla" che passa alle Regioni, nelle prossime ore la "direzione" di De Luca sul tema delle riaperture. Si pensa a concessioni sugli spostamenti alle seconde case, attesa per bar, ristoranti e parrucchieri

Una valutazione in corso da parte del Governo quella di “riaprire” le seconde cose, ovvero permettere ai cittadini di raggiungere le seconde proprietà purchè siano nella regione di residenza, tutto questo da lunedì 18 maggio dove sono previste, come è noto, anche altre aperture. Con il re-start di bar e ristoranti potrebbero “cadere” anche altri divieti, tutto dipenderà dalla curva dei contagi che si presenterà sul territorio, come è noto la competenza sarà tutta delle Regioni, nel caso specifico della Regione Campania in un confronto quotidiano con il Governo centrale, da Roma le linee guida ma a dettare i “permessi” e le riaperture sarà il presidente De Luca che ha già manifestato la volontà di riaprire ma precisando “tutto e per sempre”, quindi massima cautela per poi non dover fare passi indietro. L’apertura di bar e ristoranti apre anche a nuova ipotesi, non più visite legate solo ai congiunti. La questione è aperta, si valuta l’apertura anche agli amici, ovviamente rispettando le regole di distanziamento sociale ma allentando così il divieto di incontrare “visi amici”. Al momento un accordo non c’è, il Governo pare intenzionato a mantenere il vincolo. Nelle prossime 48 ore, intanto, potrebbero esserci novità proprio per quanto riguarda la Campania, un aggiornamento importante potrebbe arrivare dal governatore De Luca in tema di riaperture di bar, ristoranti, negozi, così come parrucchieri ed estetisti, non manca il tema delle palestre.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.