Taste - Sapori mediterranei

Caporalato, 15mila lavoratori in condizioni di sfruttamento

Domani, presso la sede delle CGIL di Salerno, si discuterà delle importanti novità costituite dal “Protocollo sperimentale contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura” e dal disegno di legge approvato al Senato

Federica D'Ambro

La CGIL convoca una conferenza il 4 agosto, alle 10.30, presso la sede di Salerno in via Manzo 64. Per discutere delle importanti novità costituite dal “Protocollo sperimentale contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura” e dal disegno di legge approvato al Senato. Nella nota si legge:
“Nel nostro paese sono 430.000 i lavoratori, sia italiani che stranieri, vittime del caporalato. Sono circa 15.000 i braccianti che lavorano nelle campagne della Piana del Sele, di questi molti in condizioni di sfruttamento con salari al di sotto di quelli contrattuali, e alcuni ridotti in schiavitù. Per loro, al danno del sottosalario si aggiunge la beffa della tangente spettante al caporale. Si vive in condizioni di estremo degrado, alcuni ancora in ghetti fatti di baracche senza luce e senza acqua”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.