No Signal Service

Capezzi “sottopunta”, Kiyine in mediana: Salernitana ad Ascoli per dire “presente”

"Gondo non ha i 90 minuti, non vorrei rischiare di perderlo dall'inizio". Il succo è nella risposta di Gian Piero Ventura nella conferenza stampa alla vigilia del match di questa sera con il tecnico ligure che ha, di fatto, dato spazio a diverse interpretazioni di come la sua Salernitana possa giocare al Del Duca, con una sola punta ma con attitudini offensive.

Analisi match Matchday Programme

“Gondo non ha i 90 minuti, non vorrei rischiare di perderlo dall’inizio”. Il succo è nella risposta di Gian Piero Ventura nella conferenza stampa alla vigilia del match di questa sera con il tecnico ligure che ha, di fatto, dato spazio a diverse interpretazioni di come la sua Salernitana possa giocare al Del Duca, con una sola punta ma con attitudini offensive. Partiamo dal basso, tra i pali ci sarà Micai e davanti a lui il terzetto composto da Karo, Migliorini e Jaroszynski. Ventura si è espresso con sincerità sul polacco, in questo momento “deve” esserci, vero stakanovista di questa stagione e del post lock-down la Salernitana non riesce a fare a meno di Jaro in retroguardia. Sugli esterni a centrocampo agiranno Cicerelli e Curcio, sul mancino il brasiliano preferito a Walter Lopez, anche in ottica turnover visto l’impegno ravvicinato in casa contro il Cittadella lunedì. Al centro ci saranno sicuramente Akpa Akpro e Di Tacchio, con Kiyine che a questo punto, vista l’assenza di Gondo, si abbassa come mezzala dando spazio a chi quel ruolo lo ha già fatto. Stiamo parlando di Capezzi, sarà lui il sottopunta, agirà sulla trequarti con Milan Djuric ed è sicuramente uno degli osservati speciali in questo match anche dopo le parole del tecnico in conferenza stampa. “Capezzi lo aspetto, lo aspettiamo..” ha dichiarato Ventura lasciando un ampio discorso sulle qualità indiscusse dal punto di vista tecnico del calciatore che deve ripristinare uno stato mentale per portarlo ai livelli che può esprimere e ha già espresso in carriera, stato che deve essere appunto accompagnato anche da un buon livello atletico. L’Ascoli di Dionigi quasi a specchio, il suo è un 3-4-2-1 con Morosini e Ninkovic a creare alle spalle di Trotta, costretto in panca bomber Scamacca. Da tener d’occhio Luca Ranieri, di proprietà della Fiorentina, la Salernitana pare aver bussato alla porta dei gigliati per parlare del calciatore che piace a Ventura, 21 anni e buone qualità da centrale, completerà il reparto del picchio facendo coppia con Brosco. Inedito il confronto tecnico fra Davide Dionigi e Giampiero Ventura. Da giocatore Davide Dionigi è stato alle dipendenze di Ventura nella Sampdoria 1999/00, in Serie B, a gennaio, proveniente dal Piacenza, sommando 20 presenze e 8 gol diventando così il capocannoniere blucerchiati nella seconda parte del torneo. La Salernitana è stata nettamente la sua “vittima” preferita, a cui ha segnato 10 gol totali.

 

Probabili formazioni Matchday Programme

ASCOLI (3-4-2-1) – Leali, Ferigra, Brosco, Ranieri, Padoin, Cavion, Petrucci, Sernicola, Morosini, Ninkovic, Trotta. In panchina:. Marchegiani, Novi, Valentini, Pucino, De Alcantara, Maurizii, Troiano, Piccinocchi, Eramo, Costa Pinto, Matos, Scamacca. All. Dionigi

SALERNITANA (3-5-1-1) – Micai, Karo, Migliorini, Jaroszynski, Cicerelli, Akpa Akpro, Di Tacchio, Kiyine, Curcio, Capezzi, Djuric. In panchina: Vannucchi, Russo, Billong, Lopez, Cerci, Gondo, Galeotafiore, Iannone, Heurtaux, Giannetti. All. Ventura

Arbitro Matchday Programme

 

Direzione di gara: Federico Dionisi de L’Aquila. Assistenti Marchi e Palermo. IV uomo Giacomo Camplone di Pescara.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.