Scarpe per bambini - Millepiedi

Capaccio, presentato il Brand “Paestum Couture”

Nell’incantevole scenario dell’arena dei Templi parte la moda made in Paestum

admin

A fare da cornice il maestoso tempio di Cerere, in passerella l’eleganza, lo stile firmato Paestum Couture. Nasce il brand della moda made in Paestum sotto l’egida del maestro Gai Mattiolo. L’idea è stata lanciata alcuni anni fa da Lucio De Filippo, direttore artistico della Delle Fashion, che oggi vede realizzarsi il suo sogno, quello di portare nel mondo le professionalità del territorio con collezioni delineate in outfit per il prêt-à-porter, l’alta moda e il wedding. L’obiettivo è promuovere nella moda la creatività giovanile.

“Si tratta di una collezione pilota di dieci abiti Alta Moda intitolata “Lumi” che abbiamo presentato anche lo scorso 24 luglio all’Expo di Milano in sinergia con la Fondazione Vico” spiega il Brand Manager Paestum Couture Lucio Di Filippo. Tessuti in lino, seta, cotone di pregiata qualità, l’antica Poseidonia rivive nello stile e nella creatività di giovani couturier. Gli abiti, di alta sartorialità, sono stati disegnati da Michele Gaudiomonte, pugliese vincitore della prima edizione 2013 del Premio Fashion in Paestum; Ferdinando Borrelli, campano, vincitore della seconda edizione 2014 del Premio Fashion in Paestum; Erasmo Fiorentino, lombardo, vincitore del premio Città dei Sassi in Matera nel 2012 e fashion designer Miss Italia Mondo 2015; Giuseppe D’Urso, ligure, vincitore del Premio Città dei Sassi in Matera nel 2013; e infine Sergio Tamburrino vincitore del Premio Margutta a Roma.

Per il prossimo inverno uscirà la collezione bridal “Aphrodite” mentre per la primavera 2016 sarà presentato il primo atelier monomarca nel comune di Capaccio Paestum del brand Paestum Couture con collezioni wedding e alta moda. Sostenuti dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Italo Voza e dalla Fondazione Gianbattista Vico, il marchio moda Paestum sarà presentato anche all’interno della Borsa Archeologica del Turismo 2015.

“E’ un sogno che si avvera -sottolinea Lucio De Filippo- e che porterà alla città di Capaccio Paestum non solo benefici in termini economici ma anche di promozione locale e territoriale. Creaiamo business ed occupazione ma nello stesso tempo pubblicizzeremo attraverso la Moda il nostro sito archeologico patrimonio UNESCO”.

 

 

Matterello - Pizzeria a salerno

Commenti

I commenti sono disabilitati.