No Signal Service

Calcio e nuova vita, il futuro con gli scarpini del salernitano Landi

Tranne in Bielorussia, Tagikistan, Taiwan, Turkmenistan, Burundi e Nicaragua il calcio è fermo ovunque. A grandi livelli e non solo. In Italia ci si interroga, a suon di ipocrisia, sulle possibilità di ripresa dei vari campionati ma che situazione stanno vivendo gli italiani all’estero nelle principali competizioni? L’esempio più calzante per la provincia di Salerno viene da Katio Landi, talentuoso mancino classe ’92 ormai da anni trapiantato in Spagna. Dopo le esperienze in terra natia con la Cavese, squadra della sua città, Juve Stabia, Libertas Stabia, Battipagliese e giovanili del Ravenna, Landi ha trovato il suo eldorado in Catalogna, attirando l’attenzione di numerosi addetti ai lavori e militando con Guadalajara ed A.E Prat prima di accasarsi al Sabadell dove è attualmente tesserato: “Siamo in Quarantena anche qui – ha spiegato – Non possiamo prevedere se il campionato riprenderà o meno, bisogna navigare a vista ed aspettare”. Un campionato che sin qui ha visto protagonisti i biancoblu, secondi nel torneo di Segunda Division B (la Lega Pro italiana) in tandem con Barça B e Cornella alle spalle della capolista Castellon. Ma, a prescindere dall’esito della stagione, il futuro vede il fantasista metelliano allontanarsi dalla Spagna: diverse, infatti, le proposte dall’estero per Landi, corteggiato in particolar modo dalla massima serie maltese, la BOV Premier League. Negli ultimi mesi, inoltre, non sono mancate alcune chiamate dall’Italia tenute al momento in stand-by. Calcio ma non solo: nel frattempo, infatti, Katio ha avuto come sponsor personale la Nissan, rappresentando la nota casa automobilistica multinazionale giapponese in Champions League anche a Madrid.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.