Taste - Sapori Mediterranei

Bombe a mano e Kalashnikov, 20 kg di marijuana: maxi operazione nell’Agro con 9 arrestati

Le indagini sono state avviate in seguito ad una perquisizione effettuata dalla Guardia di Finanza di Nocera Inferiore, il 30 maggio 2019, in un garage in un parco residenziale del Comune di Pagani, nell’Agro nocerino-sarnese.

cronaca asalerno post

Questa mattina 60 militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Salerno, su richiesta della Procura della Repubblica di Salerno, nei confronti di 9 indagati.

Giuseppe D’Auria, nato il 22.02.1992, a Pagani, responsabile e custode delle armi e della droga;
Luciano Solferino Tiano, nato il 20.09.1991 a Nocera Inferiore, responsabile e custode delle armi e della droga;
Salvatore Molinari, nato a il 14.07.1978, a Nocera Inferiore, intermediario;
Carmine Graziano, nato il 24.03.1974, a Pagani, soggetto “di copertura”;
Nadia Adiletta nata il 05.12.1985 a Sarno, soggetto “di copertura”
Luca Ferraioli, nato il 07.11.1992 a Pagani, gestore delle armi e della droga,
Pasquale Avventurato, nato il 23 05 1993 a Nocera Inferiore soggetto vicino al clan Fezza e collaboratore e gestore delle armi e della droga (arresti domiciliari).
Mario Rossi, nato il 11.10.1990 a Pagani, per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti ed evasione;
Giuseppe Vergati, nato il 28.11.1991 a Nocera Inferiore, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti (custodia in carcere).

Finanza (5)
LE INDAGINI – Le indagini sono state avviate in seguito ad una perquisizione effettuata dalla Guardia di Finanza di Nocera Inferiore, il 30 maggio 2019, in un garage in un parco residenziale del Comune di Pagani, nell’Agro nocerino-sarnese. Nel corso delle operazioni sono stati sequestrati un fucile mitragliatore Kalashnikov dotato di silenziatore, un fucile a pompa, cinque pistole, quattro bombe a mano, oltre 500 cartucce di vario calibro, circa 20 chili di marijuana e svariati bilancini di precisione. Per circa un anno gli investigatori delle Fiamme Gialle hanno esaminato tabulati telefonici e captato conversazioni tra i principali sospettati. Sono stati inoltre acquisiti i filmati delle telecamere di sorveglianza nei pressi del garage dove sono state occultate le armi e la droga ed eseguiti complessi rilievi dattiloscopici, antropometrici e biologici su tutto il materiale sequestrato.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.