No Signal Service

Bollini conferma assetto senza Donnarumma, pronti a “mordere” Busellato e Minala

Gara delicata all'Arechi con il Cesena di Camplone

admin

I precedenti sono incoraggianti. Se il Cesena in otto gare disputate all’Arechi non ha mai vinto ci sarà un perché. Forse la Salernitana ha sempre trovato terreno fertile contro i romagnoli anche se ha vinto solo tre volte. E qualche volta (vedi nel 2004-2005) con un punteggio tennistico (6 a 1) con Gregucci in panchina.
E’ chiaro che la gara che si disputerà domani tra due squadre alla ricerca di una solida identità sfugge ad ogni pronostico. Un  leggero vantaggio per la squadra di Bollini visto che gioca di fronte al pubblico amico. Ma non fidatevi troppo dei romagnoli che hanno vinto, è vero, una sola volta fuori casa (contro il Carpi) ma sono un osso duro. Per tutti. Ed hanno in panchina un allenatore come Camplone che sta facendo viaggiare la sua squadra a ritmo play off. Anche se è sotto di tre punti in classifica ai granata farà di tutto, visto che la sua tradizione a Salerno è favorevole, di mettere fieno in cascina.
Ma Bollini certamente la pensa diversamente. Perché non vuole dissipare le ultime buone prove ed anche perché vuole una squadra rocciosa, tignosa, desiderosa di non fermarsi. Anche se mancheranno alcuni uomini chiave per infortunio soprattutto in difesa, il massimo obiettivo si deve raggiungere. Quattro punti dai play off sono pochi e possono diventare pochissimi nel momento in cui si anellano una serie utile di risultati. Quattro punti in due gare van bene ma anche il ritorno alla vittoria nel fortino Arechi dopo circa un mese è auspicabile. Anche se non ci saranno tante presenze (non si arriverà ai diecimila) il principe degli stadi dovrà dare lo sprint necessario a questa Salernitana.
Dicevamo delle defezioni. Bernardini non giocherà ed è una assenza importante in difesa. C’è il recupero di Schiavi che in una difesa a tre davanti a Gomis sarà con Perico e Tuia. Centrocampo tignoso con Minala, Busellato, Ronaldo, Vitale uno tra Improta e Bittante. In attacco Rosina e Coda meno che non ci sia il recupero prodigioso di Donnarumma che, in questo secondo caso, potrebbe far cambiare il modulo di gioco al tecnico lombardo. Ne sapremo di più alle 15. Fischio d’inizio con direzione di Federico La Penna di Roma, arbitro portafortuna per la Salernitana. Almeno così  è stato fino ad ora….
di Enzo Sica
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.