No Signal Service

Bollini a tutto campo: “Tante scommesse e incertezze.. avremo bisogno di tempo”

"Sono preoccupato solo per il minutaggio, avrei voluto che qualcuno in attacco arrivasse prima"

Dopo il ritiro torna a parlare a più microfoni in sala stampa all’Arechi Alberto Bollini. Il tecnico di Poggio Rusco ha avuto modo di lavorare con il gruppo quasi al completo in questi giorni che precedono il match con il Venezia. Bollini così si è espresso alle domande dei cronisti sulla gara che aspetta i granata al Penzo ma, in particolare, sulla sua squadra, sulla costruzione dell’organico a sua disposizione e sui possibili sviluppi che possono arrivare dal mercato. I granata partiranno domani mattina, subito dopo l’allenamento al Volpe.

“I ragazzi stanno lavorando molto bene, al momento abbiamo tre portieri e 23 giocatori, mi auguro che la rosa sia ampia perché purtroppo non possiamo usufruire di un settore giovanile all’altezza e sapete quanto io tenga a questo mondo. Ci saranno delle uscite o delle entrate? Io questo non sono in grado di dirlo. Sono però molto soddisfatto sul lavoro effettuato”. Ha esordito il tecnico.

“In difesa abbiamo inserito Pucino e abbiamo un reparto collaudato, Ricci in mediana si è inserito molto bene, meno Signorelli per problemi fisici. Rossi vi garantisco che è un primavera esperto e si inserirà bene. Di solito non c’è grande tradizione di scuola Lazio a Salerno ma con lui sarà diverso”. Ha proseguito Bollini parlando degli obiettivi di quest’anno. “Sono soddisfatto per aver ricevuto la riconferma della società, ho accettato anche in virtù dell’obiettivo, mi è stato detto che ci sono ridimensionamenti tecnici, si parte per mantenere la categoria, per la salvezza, io non voglio illudere nessuno, l’obiettivo è la salvezza visto il campionato che si sta formando”. Continua il tecnico: “In relazione alla cilindrata io guardo all’obiettivo finale, poi sarà il campo a dirci cosa possiamo fare, sarà la compattezza dell’ambiente, io con 6 mesi di esperienza ho capito cosa è la maglia della Salernitana, mi auguro che ci sia compattezza in tutte le componenti. La mia preoccupazione è il tempo, avrei voluto Rossi, Gatto e Bocalon all’inizio del ritiro.Gatto l’ultima partita l’ha giocata il 22 aprile, Bocalon è un giocatore importante ed è arrivato con motivazioni. Stesso discorso vale per Rossi, sono contento che sia arrivato ma non ha un minutaggio, non ho preoccupazione ma ho statistiche, parliamo di scommesse e promesse, il minutaggio e il lavoro hanno bisogno di tempi. La società è stata molto chiara con me, se ci saranno uscite ora si faranno altre entrate, io devo pensare al campo. In attacco abbiamo più giovani e più scommesse. Sono contento dell’arrivo di Radunovic, ha prospettive importanti – ha continuato Bollini”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.