Taste - Sapori mediterranei

Bocciata la legge “spazzacorrotti”, torna libero l’avvocato Agostino Pepe

Ennesima bocciatura per la legge spazzacorrotti, entrata in vigore nel gennaio 2019 e su cui grava la scure della Corte Costituzionale a seguito delle molteplici questioni sollevate da diverse Autorità Giudiziarie.
Il Tribunale Collegiale di Potenza, ribaltando la decisione del Tribunale di Sorveglianza di Salerno che aveva applicato la nuova norma , ha disposto l’inefficacia temporanea dell ordine di carcerazione che aveva portato in carcere l’avvocato Agostino Pepe .

Il professionista di origini pugliesi , difeso dall’avvocato Vitale, era stato condannato per la nota vicenda di corruzione che aveva coinvolto anche un Pm della Procura di Taranto nel 2009. A marzo del 2019 l’avvocato Pepe si era costituito presso il Carcere di Matera.

“Aspettavamo da tempo un provvedimento che facesse giustizia poiché la incostituzionalità di alcuni profili della legge spazzacorrotti è davvero palese – ha dichiarato il difensore di fiducia l’avvocato Vitale – ora ci si augura che in tempi brevi la Corte Costituzionale faccia chiarezza stanti le oggettive difficoltà interpretative dovute alla mancanza di una norma transitoria negli articoli della spazzacorrotti”. “Forse – aggiunge il legale – chi ha redatto la legge non aveva ben chiari gli effetti che tale norma potesse avere sulla fase esecutiva del processo penale e di conseguenza sulla vita dei cittadini che, se pur condannati in via definitiva per fatti antecedenti all’entrata in vigore della norma, si sono trovati coinvolti in questo caos di interpretazioni giuridiche, vedendosi privati della libertà personale”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.