Pizzeria Betra Salerno

Bernardini e Busellato in coro: “Dobbiamo avere un rullino di marcia superiore”

In sala stampa hanno parlato il centrocampista e il difensore granata

Dopo la fine della partita hanno parlato agli organi di stampa i due calciatori granata Busellato e Bernardini.
L’ex centrocampista tra le tante del Cittadella (prossimo avversario dei granata ndr) ha esordito così in sala stampa: “Abbiamo fatto fatica a trovare soluzioni, ci siamo imposti anche oggi, manca solo la vittoria, siamo fiduciosi. L’importante è non perdere altre volte, dobbiamo guardare le cose positive. I tifosi si aspettano qualcosa in più ma in momenti di difficoltà l’importante è non perdere, potevamo raccogliere di più ma non abbiamo perso. Noi siamo stati sempre nella loro metà campo, o parliamo di gioco o di conclusioni. Ad Ascoli siamo stati sempre nella loro metà campo, come oggi. Forse poche conclusioni, tiriamo meno rispetto a inizio campionato. Non arriviamo in fondo ma abbiamo sempre noi la palla, oggi e ad Ascoli abbiamo affrontato due squadre che si sono chiuse e barricate. Non è facile trovare spazi e imbucate contro squadre così, messe in campo per il pareggio. Sugli esterni abbiamo fatto fatica perché marcavano a ruolo, centralmente c’era tanta gente ed era difficile. Ci abbiamo provato, non siamo riusciti a buttarla dentro. Non so se l’anno scorso ci sono state cinque partite senza perdere. Oggi abbiamo avuto un po’ di sfortuna ma non voglio trovare giustificazioni. Quando le cose andranno leggermente meglio troveremo anche i punti. Era la terza partita in sette giorni, c’è un calo fisiologico, però nel secondo tempo nessuno ha mollato neanche sotto l’aspetto fisico. La soluzione è solo la vittoria, ma penso che si veda in campo. Accetto i fischi, ma credo che la gente debba anche vedere la maglia che sudiamo, ci stiamo mettendo l’anima. Sono contento di affrontare il Cittadella perché è un’ottima squadra e personalmente sarà molto emozionante tornare a casa mia, rivedrò tante persone a cui voglio bene. Però sono un giocatore della Salernitana e gioco per la maglia granata, contro una squadra come le altre. Con l’obiettivo di vincere”.

Il roccioso difensore Alessandro Bernardini ha cercato di analizzare il brutto momento della Salernitana: “Due 0-0 consecutivi, non è il miglior momento ma neanche il peggiore visto quello vissuto l’anno scorso. Quattro punti in quattro partite sono pochi, dobbiamo avere un rullino di marcia superiore. Oggi contro la miglior difesa non è facile giocare, si chiudevano in tanti e ripartivano con attaccanti veloci. Loro attentissimi, non siamo riusciti a metterli in difficoltà né con i cross ne con i tagli. Il loro portiere miracoloso. La strada è quella giusta, però sono convinto che come stiamo lavorando così andiamo avanti. Oggi abbiamo lasciato nulla, prima Entella e Ascoli più cattivi. Nel primo tempo bene, oggi nel secondo siamo un po’ calati ma non posso dire nulla. La strada è quella giusta. Cambi del modulo in difesa? Noi abbiamo esterni di qualità come Vitale e Improta, con la difesa a quattro spingi con Improta e ti tieni Vitale, invece passando a tre dai libertà a Vitale. Non sia grande la differenza con questi esponenti, quando ti muovi bene come fanno Vitale e Improta. Difesa a 4 sempre provata, non è cosa nuova. Dodici partite 13 punti, il tabellino di marcia è inferiore rispetto alle aspettative e quindi i fischi ci stanno. So che arriveranno gli applausi, questa tifoseria è così. Con uno spiraglio ti trascina, so che mi riprenderò gli applausi. Sono sereno. Prima non prenderle? Non credo, oggi il primo tempo non giocando in maniera brillante sempre nella loro metà campo. Loro molto organizzati e non era facile trovare spazio, se non sei brillante giri lentamente la palla: questo il problema tattico. Quando sei più brillante crei tanto, oggi pochi. Nel secondo tempo qualcosa è venuto fuori”.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.