Taste - Sapori Mediterranei

Bennet contro Somma: il giorno della sfida a Mercato San Severino

Giochi tutt'altro che fatti, 19mila e 56 sanseverinesi chiamati al voto: ecco chi sono i due candidati sindaco

Chiamati alle urne 19.056 sanseverinesi per scegliere tra Enzo Bennet e Antonio Somma, un secondo turno che sarà l’ultimo round per definire dopo il commissariamento il primo cittadino di Mercato San Severino. Bennet, attestato al 54,72% nel primo turno è inseguito dal suo avversario che ha conquistato il 25,45% ma i giochi sono tutt’altro che fatti. Le urne chiuderanno alle ore 23, da una parte l’uomo scelto dal Pd, sostenuto dal governatore De Luca, dottore commercialista, con il sogno dell’Irno Valley, crede in nuove opportunità di lavoro con l’accesso ai fondi europei e regionali tramite l’unione e protocolli realizzabili con i diversi comuni della Valle dell’Irno. Bennet ha promesso di trovare una soluzione per i lavoratori della Gesema nella ricollocazione, ai cittadini ha annunciato di voler ridurre le tasse comunale, aprendo alla possibilità di realizzare nel comune di Mercato San Severino una area di servizio per il porto di Salerno. Attenzione mostrata anche sul depuratore di Costa e sul possibile potenziamento del Fucito.

Il suo rivale, Antonio Somma, laureato in economica, esperto nel settore finanziario, ha già bocciato il progetto del nuovo impianto di compostaggio di Fisciano individuato nella frazione di Pandola. Come si legge sul quotidiano Il Mattino, oggi in edicola, anche Somma si è espresso sulla situazione Gesema dichiarando come l’unica soluzione possibile sia la costituzione di cooperative a mutualità prevalente per le diverse categorie di servizio. Ha dichiarato di voler riqualificare i centri storici della città e delle frazioni, rivedere il Puc, rilanciare il turismo in centro e tutte le frazione, contrastando fortemente l’evasione fiscale sul territorio. Anche lui ha intenzione di potenziare il pronto soccorso del Fucito.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.