Taste - Sapori Mediterranei

Battipaglia, oggi l’ultimo addio a Maria Rosaria

Chiesa gremita per l’ultimo saluto alla giovane figlia dell’imprenditore Santese

admin

Era giovane, bella e con tanti sogni da realizzare. Maria Rosaria aveva solo 20 anni, una vita davanti a sé eppure per un tragico scherzo del destino la sua vita si è spenta ieri, a causa di un terribile incidente stradale mentre era a bordo del suo scooter. I funerali della giovane, figlia dell’imprenditore televisivo Renato Santese, si sono svolti oggi pomeriggio, presso la chiesa di Santa Maria della Speranza di Battipaglia, gremita di amici, parenti e conoscenti che hanno voluto salutarla per l’ultima volta.
La città è ancora incredula: poco importa come sia avvenuto il sinistro che le ha spezzato la vita, a 20 anni non si può morire. Non si deve morire.
Tanti i messaggi pubblicati sul profilo facebook di Maria Rosaria, da parte di amici che stentano a credere che non la rivedranno più o di conoscenti che si sono voluti stringere attorno al dolore della famiglia, di quella madre e quel padre che ieri, in preda alla disperazione, ha più volte urlato che sarebbe dovuto morire lui e non sua figlia perché, come spesso si dice, i figli possono sopravvivere alla morte dei genitori ma una madre e un padre non potranno superare la perdita di un figlio.
Cordoglio da parte dell’Amministrazione comunale di Battipaglia, e del Salerno Club 2010 che “nella persona del Presidente Salvatore Orilia, del Direttivo e dei soci tutti partecipa, commosso, al dolore dell’amico Renato Santese, grande tifoso della Salernitana, per la tragica prematura ed inaccettabile scomparsa della figlia Maria Rosaria. Renato Santese, imprenditore molto conosciuto in provincia, è stato più volte in passato vicino alla squadra granata, sostenendola nei momenti di difficoltà.Che la terra Ti sia lieve dolce Maria Rosaria….”
Cordoglio anche da parte dell’US Salernitana 1919: “L’U.S. Salernitana 1919, la Proprietà, i dirigenti, i giocatori, lo staff e la Salerno sportiva tutta si stringono attorno al dolore che ha colpito la famiglia Santese per la prematura scomparsa della giovane Maria Rosaria”.
Per l’ultimo saluto alla ragazza erano presenti anche le atlete del Minibasket Battipaglia, impegnate oggi nell’ultima giornata della Finale Nazionale Under 18 femminile -Trofeo Vittorio Tracuzzi che hanno posticipato di due ore la finale per lo scudetto.
Sul sito della Fip, il Consiglio Federale ha espresso il suo dolore: “Un tragico incidente automobilistico ha stroncato la dolce esistenza di Maria Rosaria Santese, 19 anni, arbitro di pallacanestro. Maria Rosaria era cresciuta nel vivaio del Minibasket Battipaglia che ne piange la scomparsa. Il presidente Giovanni Petrucci, a titolo personale e a nome- spiega la nota – del Consiglio federale e di tutta la FIP, abbraccia la famiglia con affetto e ne condivide il profondo dolore”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.