Assistenza computer salerno e provincia

Battipaglia: nigeriano palpeggia 13enne, fermato dalla Polizia

Una notizia che è arrivata alle orecchie del ministro Matteo Salvini

Federica D'Ambro

Un uomo di 39 anni, di origini Nigeriane, ha cercato di palpeggiare e molestare una bambina di 13 anni. L’uomo è riuscito a non arrivare al dunque con la ragazzina grazie all’intervento del cuginetto di 12 anni. L’episodio è accaduto lunedì sera, intorno alle 21, in via Olevano. La ragazzina che era insieme a un cugino, alla fermata del bus, quando il 39enne richiedente asilo, domiciliato nella struttura ex Parco dei Principi di Monti di Eboli, le ha palpeggiato il sedere e il seno. Alla scena ha assistito anche il cugino che si è scagliato contro l’uomo, avendo la peggio. Il cuginetto ha dovuto far ricorso alle cure dell’ospedale Santa Maria della Speranza. Il nigeriano ha rischiato il linciaggio dei passanti che in poco tempo hanno capito cosa fosse accaduto. Sul posto i poliziotti che hanno portato via l’uomo, arrestato e trasferendolo nel carcere di Fuorni con l’accusa di molestie sessuali su minore. Il caso è ora all’esame della Procura di Salerno.

La notizia è arrivata alle orecchie del ministro Matteo Salvini, usandola come tweet della sera: “Questa notizia sicuramente nei tigì non la troverete. Nella serata di ieri a Battipaglia (Salerno) la Polizia di Stato ha arrestato per tentata violenza sessuale e lesioni dolose il cittadino nigeriano C. U. di 40 anni (RICHIEDENTE ASILO e in possesso del foglio di soggiorno) con l’accusa di essersi abbassato i pantaloni e aver palpeggiato una ragazzina di 13 anni, oltre che di aver aggredito il cuginetto di 12 anni intervenuto per difenderla, mandandolo all’ospedale. SCHIFOSO. Con il #DecretoSicurezza che ho in mente questi delinquenti dovrebbero essere subito ESPULSI, altro che “asilo” o “tutele”!”

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.