Taste - Sapori mediterranei

Anziano ucciso dai suoi cani corso, ecco la ricostruzione dei Carabinieri

E' stata ricostruita la dinamica dell'incidente, oggi la salma del 78enne è stata restituita ai familiari

Federica D'Ambro

E’ stata ricostruita dalle indagini delle forze dell’ordine e dai risultati delle analisi del medico legale, la morte del 78enne che ieri a Battipaglia ha perso la vita per mano dei due cani che da anni accudiva. Secondo la ricostruzione anche dei familiari del 78enne Pasquale Malafronte, floricoltore di Castellammare di Stabia, l’uomo da sempre accudiva i due cani corso, dell’età di 7 anni, che vivevano in via Idrovora di Battipaglia, nei pressi delle serre dell’azienda di famiglia. I cani avevano già mostrato segni di squilibrio un anno prima, quando avevano ucciso un cane meticcio di piccola taglia, che viveva nelle vicinanze. La causa dell’aggressione al loro padrone, sarebbe per motivi di gelosia. L’uomo intorno alle 12 di ieri si era recato a dar da mangiare ai due cani corso a bordo della sua Fiat Doblò in compagnia di un altro cane meticcio. Alla vista del piccolo cane inaspettato i due corso si sono scagliati contro di lui. Pasquale Malafronte per evitare un disastro e per dividerli, ha perso la vita.
L’esame esterno condotto dal medico legale ha confermato il decesso dell’anziano per recisione delle arterie carotide e giugulare da morso canino. Rilevati sul corpo della vittima molti altri morsi, in particolare al braccio destro ed alla regione frontale sinistra.
Oggi la salma del 78enne è stata restituita ai familiari mentre tutti e tre i cani sono stati sottoposti a sequestro ed affidati ad una ditta convenzionata di Cicerale.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.