Pizzeria Betra Salerno

Barillà e Palombi i primi obiettivi, mercato in funzione del 4-3-3?

Il punto sulle trattative dei granata, vertice tra Fabiani e Colantuono ha tracciato alcune linee guida: il tecnico vuole impostare la sua squadra con il tridente

Carmine Raiola

E’ il 4-3-3, modulo “guida” della sezione di mercato dei granata.
Sono tante le operazioni in entrata e in uscita a cui il direttore granata Fabiani sta lavorando per dare a Colantuono gli uomini giusti per la sua Salernitana.
Pare, infatti, che il trainer granata si sia orientato sul 4-3-3 per dare un’identità alla sua squadra anche in base agli elementi a sua disposizione. In particolare il ritorno di Orlando, su cui si è puntato fortemente in estate.
Per quanto riguarda le operazioni in entrata, il direttore granata ha confermato ai microfoni di Laziopress l’ interessamento per Simone Palombi, ribadendo però che l’operazione non è conclusa poiché bisogna ancora trovare l’accordo con il calciatore ma nonostante questa “frenata” da parte di Fabiani il prestito del classe ’96 è comunque in via di definizione.
Palombi può giocare sia al centro dell’ attacco (anche se ha caratteristiche da seconda punta) sia come esterno in potenziali 4-3-3 o 3-4-3. Il ventunenne laziale ha caratteristiche che combaciano con quelle già presenti nella rosa granata anche se probabilmente ha attitudini più offensive rispetto a Sprocati o Gatto e un po’ meno propositive di Rossi.
Se verrà concluso il trasferimento di Palombi, il diesse Fabiani molto probabilmente cercherà di assicurarsi un attaccante centrale utile al modulo di Colantuono, che sia una valida alternativa a Riccardo Bocalon.
Il nome in cima alla lista del direttore granata è Felipe Avenatti che ha giocato con Palombi a Terni, nell’unica esperienza in serie cadetta del laziale.
Oltre all’attaccante uruguaiano un timido sondaggio è stato fatto per Galabinov del Genoa ( corteggiato anche in Serie A in particolare dal Benevento) e Simy del Crotone (quest’ultimo in verità già da tempo sul taccuino di Fabiani), non sono escluse altre “direzioni” sul versante offensivo, molto inciderà la valutazione del tecnico sulle varie proposte.
Se dovessero concretizzarsi queste operazioni di rivoluzione offensiva dovrebbe tornare al Chievo Verona Alejandro Rodriguez, per poi essere girato ad altre compagini cadette.
Questione centrocampo. Fabiani ha smentito le voci di un interessamento per Crecco poiché, a suo parere, la mediana è ben coperta nella rosa granata.
Nonostante questa frenata “pubblica” il direttore granata ha comunque sondato Antonino Barillà.
Il trentenne, attualmente di proprietà del Parma, è un classico mediano che nel centrocampo a tre può giocare come interno, abile negli inserimenti Barillà dovrebbe essere l’uomo scelto da Colantuono e Fabiani per  completare tecnicamente il reparto con altri elementi già in rosa.
Importante sarà capire quali centrocampisti possono essere ancora utili per Colantuno, in seguito al cambio di modulo. Tra i possibili partenti Francesco Della Rocca ed Odjer (richiesto dal Novara). Da segnalare anche un sondaggio del Lecce per Alessandro Rosina. Poco o nulla emerge per quanto riguarda la difesa. Un timido interesse per Tonucci del Bari, i contatti tra le due società sul calciatore però non si sono avviati in maniera concreta. I granata sono vicinissimi, invece, all’acquisto di De Francesco ( classe 1996 centrocampista di costruzione) e di Porcino (terzino sinistro) , sarà Colantuono a decidere se i due calciatori possono essere utili da subito o se dovranno essere girati in prestito ad altri club.
Capitolo cessioni: i partenti in casa granata dovrebbero essere i vari Kadi, Cicerelli e probabilmente Popescu e Rizzo anche se arrivati da poco. Più difficile per Fabiani trovare una sistemazione per Perico e Zito, entrambi in lista di sbarco.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.