Taste - Sapori mediterranei

Avvocato picchiato a sangue, slitta a maggio il processo per due Salernitani

L'avvocato stava preparando un'istanza di sfratto per morosità quando è stato aggredito da un commerciante e dal figlio della titolare dell'immobile

Federica D'Ambro

Avvocato prepara un’istanza di sfratto per morosità ma viene picchiato a sangue da un commerciante e dal figlio della titolare dell’immobile di via dei Principati. Il fatto è avvenuto il 5 dicembre 2014. L’avvocato aveva proceduto all’istanza sotto suggerimento della proprietaria del locale, la madre del 54enne che ha aggredito l’avvocato dinanzi al locale che gestiva Raffaele Sica. I due aggressori dovranno sostenere un processo che con molte probabilità inizierà a maggio. I due dovranno rispondere alle accuse di estorsione e lesioni aggravate.
Quel 5 dicembre l’avvocato fu avvicinato da cinque persone in via Dei Principati che cominciarono a minacciarlo di morte affermando di sapere dove abitava e di conoscere la moglie ed i figli. Alla fine gli procurarono un trauma cranico facciale, escoriazioni e lesioni al labbro superiore.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.