Pizzeria Betra Salerno

Attacco sterile, mai così in basso nell’era Lotito-Mezzaroma

Excursus nei numeri dei reparti offensivi granata durante la proprietà del duo romano

Carmine Raiola

Tanta insoddisfazione quella che si respira nel mondo Salernitana, dopo la sconfitta subita dal Lecce.
Contro i salentini è maturata la settimana sconfitta stagionale e tante sono state le note dolenti ma a preoccupare maggiormente l’ambiente granata è un reparto offensivo molto spesso a secco.
In questa stagione, infatti, Jallow e colleghi di reparto stanno trovando molta difficoltà nel propiziare in gol le occasioni che capitano sui loro piedi.
La Salernitana attualmente ha una differenza reti di -3 visti i 24 gol segnati contro i 27 subiti.
La media è di 1.2 gol a partita, molta lontana da quella del Brescia che invece ha 2.0 di media, prima in questa speciale classifica.
Nello specifico, del reparto offensivo granata ad andare in gol sono stati attualmente solo Bocalon ( 5 gol) e Jallow ( 1 gol), con Djuric e Vuletich a secco.
Facile, dunque, intuire come quello di questa stagione sia il peggior attacco dell’era Lotito-Mezzaroma.
Tornando indietro nelle scorse stagioni, nessun attacco ha avuto statistiche inferiori a quello attuale.
Sterile fu l’attacco del primo anno di C1 dei patron romani quando Matteo Guazzo ed Ettore Mendicino misero a segno rispettivamente 7 ed 8 gol per un totale di 15 marcature.
L’anno della promozione, la musica cambiò e fu record.
Calil, Negro e Gabionetta, infatti, misero a segno la bellezza di 32 gol con il brasiliano numero nove a 16 centri, l’ex Benevento a 10 e Denilson a 6.
Il primo anno di Serie B, il numero delle reti è stato uguale a quello dell’annata precedente, con Donnarumma ( 12 gol), Coda ( 15 gol) e Gabionetta ( 5 gol) che arrivarono a quota 32 centri.
Nella stagione 2017/2018 il numero delle reti ha avuto una frenata.
La coppia Donnarumma ( 6 reti)- Coda (16 reti) mise a segno 22 gol, dieci in meno rispetto alle due stagioni passate ma tutto sommato un buon numero.
Lo scorso anno il bilancio è stato ancora più negativo.
Bocalon è stato colui che ha segnato più gol (10 reti) mentre Alejandro Rodriguez ed Alessandro Rossi hanno siglato rispettivamente 4 e 3 centri in stagione per un totale di 17 gol.
Importante per Gregucci sarà ritrovare le reti del reparto offensivo che se confermasse il trend negativo si piazzerebbe all’ultimo posto di questa speciale classifica.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.