Pizzeria Betra Salerno

Ascoli penultimo affonda a Palermo, in vantaggio il primo tempo poi 15 minuti da incubo

Contro i granata sarà la partita della vita, Cosmi: "Ora l'unico pensiero è la Salernitana.."

Un primo tempo da sogno per l’Ascoli di Serse Cosmi al Barbera, ma non è bastato per uscire con qualche punto dalla trasferta di Palermo. 4-1 per i siciliani il risultato finale, e pensare che a sbloccare il match era stato Bianchi al 42esimo della prima frazione facendo esplodere il settore ospiti. Poi inizia la ripresa e si apre da incubo per il Picchio, dopo 60 secondi pareggia i conti Rispoli, un minuto dopo Coronado, 10 minuti dopo ancora Rispoli, un quarto d’ora di fuoco in cui cambia completamente la gara. All’83esimo arriva poi la quarta rete firmata da Nestorovski. Quella con la Salernitana, tra le mura amiche, per i bianconeri sarà già partita della vita: gara da dentro o fuori con i 26 punti e quel penultimo posto che fa tremare gli ascolani. Al Barbera Cosmi ha recuperato Mogos e confermato la formazione vincente contro il Cesena. Tra i pali Lanni, il terzetto difensivo con Padella, Gigliotti e De Santis, nei cinque a centrocampo proprio Mogos, Martinho, Buzzegoli in regia, al suo fianco Kanoute e Bianchi. Coppia d’attacco Monachello-Clemenza. Potrebbe essere questa, sommariamente, la formazione che affronterà i granata.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.