Taste - Sapori Mediterranei

Arrestati la coppia di ladri responsabili dei furti in pieno centro

I due malviventi fermati in flagranza di reato per furto in una farmacia di Battipaglia, si tratta di N.A. salernitano e H.O. di origini ucraine

Francesco Pecoraro

Il comunicato dei Carabinieri

Sono recentemente saliti agli onori della cronaca locale alcuni episodi criminali relativi a furti e tentativi di furto avvenuti nel centro del capoluogo, dando luogo anche alla convocazione di un Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica su richiesta del primo cittadino. Tuttavia i Carabinieri della Stazione Salerno Principale erano già all’opera dall’acquisita notizia degli eventi, con un’alacre ed efficace attività investigativa sul campo che ha permesso in poco più di 24 ore di chiudere il cerchio intorno agli autori. Si tratta del pregiudicato salernitano 27enne N.A. e del 26enne H.O. di Battipaglia, anch’egli già noto alle forze dell’ordine. Grazie all’approfondita conoscenza del territorio e dei controlli posti quotidianamente in campo, i Carabinieri della Stazione Salerno Principale hanno elaborato le immagini raccolte in occasione dei furti e tentati furti, sia interne ai locali che dell’apparato pubblico, incrociando il tutto con i soggetti emersi nel recente passato quali dediti alla criminalità predatoria.

Gli elementi raccolti hanno pertanto permesso ai Carabinieri della Stazione Salerno Principale di attribuire alla coppia di malviventi:
-il tentato furto al Bar NICE di Via Velia;  il tentato furto alla gelateria Giallo Limone di Via Papio;  il tentato furto al negozio TILT di Via Papio;  il furto consumato alla Pizzeria GIAGIU di Via Velia con refurtiva di 200 euro di incasso;  il furto consumato presso il negozio LUMACANDO di Via San Bonaventura per 250 euro di prodotti complessivi.

La nota della Questura

Nella scorsa notte le forze dell’ordine hanno arrestato due ladri, specializzati in furti notturni negli esercizi commerciali. In particolare, gli Agenti della Polizia di Stato ed i militari dell’Arma dei Carabinieri hanno tratto in arresto due uomini, colti in flagranza di reato, uno di nazionalità italiana, N.A., cl. 1993 e un altro di origini ucraine, H.O., cl. 1994, entrambi residenti a Salerno. Sono stati   i poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Battipaglia ed i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Battipaglia a cogliere di sorpresa i ladri notturni degli esercizi commerciali, che, questa volta, si sono resi responsabili di un furto aggravato presso una farmacia del centro cittadino battipagliese.

I due scassinatori, dopo aver divelto la saracinesca principale con i loro arnesi e dopo aver messo a soqquadro tutti gli ambienti, si sono impossessati della somma di denaro residua trovata in cassa, ammontante a venti euro, di tre profumi, di un telefono cellulare e di cento ricette mediche cd. “integrative”, di valore economico: infatti, quest’ultime, se fossero state inserite illecitamente nel canale farmaceutico, avrebbero fruttato circa 2900 euro. I poliziotti ed i carabinieri sono intervenuti sul posto allo scattare di un allarme antifurto della farmacia. I ladri, dopo aver forzato la porta e posto a soqquadro il tutto, probabilmente disturbati dall’allarme, hanno asportato quanto sopra e sono fuggiti temendo l’arrivo delle forze dell’ordine e sono stati rintracciati poco dopo e fermati nei pressi della stazione ferroviaria. Fondamentale anche l’apporto dei sistemi di videosorveglianza che sono stati analizzati per il riscontro probatorio dei due soggetti arrestati.

Inoltre, tenuto conto delle loro caratteristiche fisiche e del modus operandi, sono in corso ulteriori verifiche al fine di riscontrare l’eventuale loro coinvolgimento dei due in altri recenti episodi, per lo più tentativi di furto, ai danni di negozi nel centro cittadino di Salerno. Al momento dell’arresto, uno dei due è stato trovato dalle forze dell’ordine in possesso di un levachiodi di grandi dimensioni, cacciaviti, forbici e guanti nonché del telefono cellulare, provento del furto appena perpetrato.

I due autori del reato, N.A. e H.O., già gravati da precedenti giudiziari per analoghi reati contro il patrimonio, sono stati dichiarati in stato di arresto, congiuntamente dalla Polizia di Stato e dall’Arma dei Carabinieri e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto il giudizio per direttissima fissato per oggi.

 

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.