No Signal Service

Arena del Mare, musica e teatro sulle tracce di Totò

Martedì 18 agosto, alle ore 21, all’Arena del Mare di Salerno saranno la musica e il teatro insieme, con I Virtuosi di San Martino, a riavvolgere il filo della memoria per ripercorrere la vita privata e artistica del principe Antonio De Curtis.

evento asalerno post
Martedì 18 agosto, alle ore 21, all’Arena del Mare di Salerno saranno la musica e il teatro insieme, con I Virtuosi di San Martino, a riavvolgere il filo della memoria per ripercorrere la vita privata e artistica del principe Antonio De Curtis. Secondo spettacolo per la rassegna estiva del Piccolo Teatro del Giullare nell’ambito del cartellone “Estate Salernitana” promosso dal Comune di Salerno. In “Totò, che tragedia!” sarà affrontato il repertorio di Totò, scoprendo del grande attore napoletano il mondo più privato e il tormentato amore con la ballerina Liliana Castagnola, il cui tragico epilogo fa da contraltare alla potenza spettacolare di uno dei più grandi comici del Novecento. Il punto di partenza è la militanza di Totò nella rivista e nell’avanspettacolo; le sue frequentazioni con i De Filippo, con la Magnani, con Aldo Fabrizi, con Nino Taranto, con Mario Castellano, nella costruzione della sua personale comicità: il burattino, il cantante, l’attore, l’autore, il virtuosismo rivolto all’arte della risata.

I Virtuosi di San Martino nascono a Napoli nel 1994, quando debuttano al Teatro Cilea di Napoli con “Cosima e altre storie” (Italiaproduction produzione), spettacolo dedicato alla celebre coppia di autori Pisano e Cioffi, con la regia di Francesco Silvestri. Un quintetto (flauto traverso, violino, violoncello, chitarra e voce) che si propone innanzitutto la rivisitazione di materiale di repertorio attingendo alla tradizione della canzone popolare degli anni trenta, in una formula che occhieggia alla musica “colta” e al teatro. I Virtuosi di San Martino sono: Roberto Del Gaudio, voce Federico Odling, violoncello Vittorio Ricciardi, flauto Francesca Strazzullo, violino Vito Palazzo, chitarra
A settembre si cambia musica, è il caso di dire. Venerdì 25, alle ore 21, è in programma il concerto del compositore e batterista napoletano Mario Fasciano, “Entanglement”, in formazione con Rob Townsend (sax and flute), Toni Armetta (electric bass), Riccardo Ballarino (piano), Ludovico Piccinini (electric guitar); special guest Patrizio Trampetti. Mezzo secolo di rock, con progetti che hanno coinvolto spesso artisti internazionali. E ora un disco, prodotto esclusivamente in vinile e intitolato “Entanglement” che riassume la parte più spiccatamente prog della sua carriera. Fasciano ha condiviso percorsi con icone del rock come Ian Paice, Steve Morse e Rick Wakeman.

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.