Richiedi la tua pubblicità

Appello per il Capodanno 2023: “Amo la vita, se bevo non guido”

Iniziativa dell’Automobile Club di Salerno sulla sicurezza stradale per illustrare gli effetti dell’assunzione di alcolici e sostanze stupefacenti quando si è alla guida.

Ieri mattina, presso la sede dell’Automobile Club Salerno è stata presentata l’iniziativa “Amo la vita, se bevo non guido”, organizzata dell’Automobile Club Salerno sulla sicurezza stradale ed in particolare per illustrare i pericoli dell’uso di alcol e droghe prima di mettersi alla guida di veicoli.

Giovanni Caturano – Direttore ACI Salerno – ha dato inizio ai lavori che hanno visto la presenza del dottor Aniello Baselice dell’Associazione Italiana Alcologia; del Colonnello Filippo Melchiorre Comandante Provinciale Carabinieri di Salerno; di Antonio De Somma, Ispettore Superiore Polizia Stradale di Salerno; di Rosa Negri, Assistente Capo Coordinatore Polizia Stradale; del Capitano Giuseppina Landi, Vice Comandante Vicario Polizia Municipale di Salerno; del Capitano Achille Pironti della Polizia Municipale di Salerno; di Enrico Giudice, Agente Capo Sara Assicurazioni; di Vincenzo Cerrato, Consigliere Automobile Club Salerno e Alessia Fiumara, delegata Aci Salerno.

GLI INTERVENTI

«Numeri impressionanti perché sottostimati e che vedono sempre più conducenti di veicoli, moto e mezzi pesanti positivi all’alcol o alle sostanze stupefacenti – ha specificato il direttore di Aci Salerno, Giovanni Caturano -. Un appello che l’Aci lancia ai giovani e agli adulti: non assumete alcolici prima di mettervi alla guida, lo stesso vale per sostanze stupefacenti, perché il rischio di incidenti è elevatissimo. Chi ama la vita, se beve non guida. E se si è in gruppo, almeno uno degli amici non beva per riportare in sicurezza tutti a casa».

Per il dottor Baselice i dati rilevati sono molto sottostimati anche perché «ovviamente si riferiscono alle misurazione al momento del sinistro e non tengono conto dei danni che, specie tra i giovani, produce l’assunzione di alcolici e delle droghe nel tempo anche nello stimare velocità e distanze». Baselice ha illustrato una lunga serie di danni che seguono l’assunzione di alcolici, specificando che fino a 25 anni non si dovrebbe bere assolutamente alcol e ha ricordato anche che il mondo degli adulti non è estraneo alla guida in stato alterato, perfino di chi conduce un mezzo per professione.

Il colonnello Melchiorre ha sottolineato: «Per arginare questo fenomeno le strade da percorrere sono due. La prima è aumentare il senso di responsabilità in giovani e adulti, attraverso iniziative di informazione e formazione nelle scuole e non solo; la seconda è il controllo, non c’è sicurezza senza controlli».

L’ispettore Di Somma, dopo aver illustrato le sanzioni alle quali si va incontro quando si viene sorpresi alla guida in maniera alterata ha affermato: «Lavoriamo molto nelle scuole, ma c’è bisogno di adoperarsi anche con gli adulti, perché spesso offrono loro un cattivo esempio ai giovani». E l’assistente Negri ha ricordato che il 25% degli incidenti sono commessi da giovani e di questi un’alta percentuale sono quelli sotto effetto di droghe e alcol.

«Molti incidenti gravi si registrano in area urbana e purtroppo anche Salerno ha registrato alcuni morti a causa della disattenzione o della velocità – ha dichiarato il capitano Landi –. C’è anche il problema della velocità i cui limiti non vengono rispettati: stiamo utilizzando l’autovelox e in alcuni casi, lì dove c’è il limite a 40 chilometri l’ora, abbiamo registrato velocità anche di 80 chilometri l’ora». «Il problema alcolici e stupefacenti vale anche per i conducenti di bici, monopattini e addirittura per i pedoni e che causano incidenti stradali anche gravi», ha specificato il capitano Pironti.

Enrico Giudice Agente Capo Sara Assicurazioni ha sottolineato l’importanza dell’informazione per sensibilizzare le persone e in particolare i giovani sulle cause e le conseguenze per chi causa un incidente stradale e ha una situazione fisica alterata da droghe o alcol: «In pochi sanno che la maggior parte delle polizze non coprono i rischi di guida sotto l’effetto dell’alcol e di droghe e questo porta alla compagnia assicuratrice ad indennizzare i danni causati a terzi, ma a rivalersi sulle persone o sui loro familiari e sul loro patrimonio per recuperare i risarcimenti pagati».

Alessia Fiumara, della Delegazione ACI Angri-Salerno ha ricordato che i giovani spesso credono di essere invincibili, che «nulla possa capitare a loro perché riescono a governare il mondo. Bisogna parlare con i ragazzi per spiegare che nessun alcol o droga vale come il piacere di risvegliarsi la mattina, incontrare i propri familiari, i propri amici, coltivare le passioni, lavorare per raggiungere un traguardo di studio o professionale. Per un solo attimo di distrazione o di guida sotto gli effetti di alcol e droghe si può dire addio a tutto questo, dire addio alla vita».

Il Consigliere ACI Salerno Vincenzo Cerrato ha concluso i lavori della giornata, portando anche il saluto del Presidente Demasi, assicurando un impegno ancora più incisivo dell’Automobile Club Salerno per il 2023 nel campo della formazione e della prevenzione.

I DATI ITALIANI E DELLA PROVINCIA DI SALERNO SUGLI INCIDENTI STRADALI CAUSATI DA ALCOL E DROGHE

I dati degli incidenti dovuti ad alcol e droghe in provincia di Salerno

Ogni anno, più di 6.500 incidenti stradali sono causati da alcol e droghe.

Gli incidenti stradali sono complessivamente la prima causa di morte per i giovani dai 15 ai 24 anni.

Oltre il 90% di tutti gli incidenti stradali potrebbe essere evitato adottando comportamenti corretti.

Il 9,7% degli incidenti rilevati da Carabinieri e Polizia Stradale nel complesso, è correlato ad alcol; il 3,7%, è correlato a droga; proporzioni in aumento rispetto al 2019.

Dai dati comunicati dalle Polizie Municipali o Locali, risulta che il 36% delle sanzioni per guida in stato di ebbrezza ed il 57% di quelle per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti sono state elevate in occasione di incidente stradale.

Rispetto ai controlli effettuati dalle Polizie Municipali, la percentuale di conducenti con stato alterato a causa di uso di droghe è risultata pari al 8,9% in aumento rispetto al 2019, mentre i positivi all’etilometro sono risultati il 7,3%.

Le contravvenzioni elevate dalla Polizia Municipale di SA per art. 186 e 187 CdS – guida in stato di ebbrezza e guida sotto l’uso di stupefacenti-, seppur esigue nel numero sono raddoppiate tra il 2019 e il 2021.

In provincia di Salerno 95 incidenti causati da alcol e droghe, il 20% dei sinistri con gravi conseguenze sulle persone.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.