Scarpe per bambini - Millepiedi

Anna Cappelli incontra il pubblico a trent’anni dalla morte di Annibale Ruccello

Il MOA - Museu of Operation Avalanche ospiterà sabato 22 febbraio lo spettacolo scritto dal commediografo Ruccello

Vincenzo De Pascale

Anna Cappelli è un personaggio controverso ed estremamente attuale: una donna di provincia, con un lavoro noioso, ossessivo, stancante. Lei tenta di rompere quegli schemi che la società impone, non in veste di eroina, ma di una donna come tante, una donna che tenta di vivere la sua vita, di essere felice. Dopo aver lasciato la famiglia, ed il piccolo paese di provincia nel quale viveva, per trasferirsi in città trova lavoro all’ufficio comunale del paese. In questa città, che conserva tutte le dinamiche di un paese di provincia fatte di pregiudizi e superstizioni, la nostra non eroina incontra Tonino, un ragioniere assunto nel suo stesso ufficio, del quale si innamorerà “follemente”, questo personaggio sarà importantissimo per la nostra protagonista, rappresenterà sicurezza, protezione, stabilità. Ed a questo Anna non vuole rinunciare. La sua fragilità, la paura del confronto con agli altri, una realtà che si dimostra essere completamente diversa dalle aspettative porteranno Anna a compiere, nel settimo ed ultimo quadro della pièce, un gesto, un “atto d’amore” tanto necessario quanto disperato.
Tutto questo interpretato da una magistrale Annamaria Troisi che per la prima volta si cimenta anche in veste di regista, oltre che di attrice. La Troisi, dopo una prima formazione al teatro San Genesio di Salerno, si diploma al Teatro Stabile di Torino nel 2012 ed inizia una lunga collaborazione con Valter Malosti, allora direttore dello Stabile di Torino, prima nel ” Girotondo” di Schnitzler e poi in due drammi Shakespeariani “Sogno di una notte di mezza estate” e “Amleto”. Due anni dopo sarà invece Rosalinda nel “Come vi piace” per la regia di Maurizio Panici.
Nel 2012 viene scelta dal regista Andrea De Rosa nel suo “Studio sul Simposio” di Platone, prodotto da Emilia Romagna Teatro e nel 2015 entra nel cast del “Falstaff” accanto a Giuseppe Battiston. Esordisce al cinema nel 2013 ne “La luna su Torino” di Davide Ferrario ed è tra i giovani protagonisti dell’opera prima del regista Maurizio Losi “Amo la tempesta” del 2016.
Questo spettacolo dal titolo “Anna Cappelli” è un evento creato da: MOA, Sophis, Mo’ Art, Start’Mo, Monochrome Arts e con il patrocinio morale del comune di Eboli.
L’evento, che sarà svolto al teatro interno al MOA – Museum of Operation Avalanche di Eboli, avrà inizio alle ore 20:30 ed il costo del biglietto sarà di 10 euro.

De Angelis - Grafica e stampa

Commenti

I commenti sono disabilitati.