Taste - Sapori mediterranei

Il dolore ad Amatrice invade anche il mondo del calcio, distrutto il paese di Lotito

Vicinanza e cordoglio espressa dal patron di Lazio e Salernitana che è più che legato alla cittadina colpita dal sisma

Anche il mondo del calcio in queste ore si sta preparando a scendere in campo per sostenere l popolazioni colpite da terremoto. E’ il caso anche del presidente della Salernitana Claudio Lotito che, in particolare, è più che legato ad Amatrice. La madre del co-patron granata, infatti, è originaria di Villa San Lorenzo a Flaviano, una frazione di Amatrice, lo stesso presidente della Lazio con una nota ha manifestato la vicinanza per le vittime del terremoto nel Centro Italia esprimendo il proprio cordoglio a tutte le famiglie colpite. Lo stesso, anche con una possibile iniziativa benefica, potrebbe partire dal versante granata. Lotito è molto legato alla cittadina in provincia di Rieti particolarmente colpita dal sisma. Fino a qualche anno fa ha sempre passato le vacanze in paese, per poi trasferirsi a Cortina, da giovane ha anche giocato come portiere nella squadra locale di Amatrice e ogni estate partecipava al noto torneo delle frazioni di Amatrice. Lui come tanti è rimasto scioccato da quanto accaduto. Nota anche da parte della Lega di B, nella gara di esordio tra Spezia e Salernitana sarà osservato un minuto di silenzio in cordoglio e vicinanza alle popolazioni colpite dal grave sisma della notte.

“Tutto il mondo della Serie B si stringe attorno alle popolazioni e ai territori colpiti nella notte dal terribile terremoto nel Centro Italia. Su tutti i campi, nella 1ª giornata di campionato della Serie B ConTe.it, sarà osservato un minuto di silenzio”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.