Taste - Sapori mediterranei

Amianto a Fisciano, il caso arriva ai ministri Galletti e Lorenzin

Presentata questa mattina l'interrogazione parlamentare del deputato Edmondo Cirielli

Federica D'Ambro

Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d’Italia- Alleanza Nazionale, ha presentato un’interrogazione parlamentare ai ministri Galletti e Lorenzin sull’area contaminata da amianto nel territorio di Fisciano, per sapere quali sono le iniziative assunte, o che saranno assunte, a tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente.

“La maxi inchiesta della procura di Nocera Inferiore – spiega Cirielli – sarebbe partita da un sequestro del gennaio 2014, a ridosso di un fondo di proprietà di un noto imprenditore, e tra i rifiuti smaltiti molti sono stati classificati pericolosi: si tratterebbe di manufatti in cemento, contenenti una matrice di amianto, tutti dispersi sul fondo. Le indagini hanno evidenziato che tali materiali provengono da un’azienda di Avellino presso cui le fibre di amianto venivano isolate dalle carrozze ferroviarie per poi essere incapsulate in cubi di cemento e molti di questi blocchi sarebbero stati depositati anche su un terreno di Fisciano, appartenente a privati”.

“Nel 2006 la stessa azienda – aggiunge – dichiarò il fallimento. L’indagine – sottolinea Cirielli – mira adesso a stabilire l’esistenza di un eventuale disastro ambientale. Di recente, a Mercato San Severino, un’ordinanza ha imposto il censimento dei materiali contenenti amianto, nella consapevolezza che è indispensabile monitorare tutte le eventuali e possibili fonti di inquinamento, attraverso un’azione preventiva, per salvaguardare la salute pubblica; tale consapevolezza, invece, non sembra essere maturata negli ambienti comunali di Fisciano”.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.