Pizzeria Betra Salerno

All’andata granata con personalità e carattere, un girone dopo è tutto da riconquistare

Colantuono potrebbe ritornare al tridente: 3-4-3 o 4-3-3. Vitale rischia il posto, Schiavi si riprende la difesa

Enzo Sica

A Parma, nella gara di andata, la Salernitana allora allenata da Bollini diede un segnale preciso di grande personalità e di compattezza riuscendo a rimontare due gol ai parmigiani. E nell’anticipo di lunedì sera all’Arechi i tifosi granata, arrabbiati e delusi per le ultime prestazioni della squadra, chiedono proprio di rivedere in campo quella squadra della partita di andata che fece sognare altri traguardi importanti. Ora a due punti soltanto dalla zona play out, con tante polemiche arbitrali che anche a La Spezia hanno condizionato la gara dei granata c’è solo bisogno di fare punti e di lasciarsi alle spalle tutto. Altrimenti si rischia di precipitare ancora in classifica, di non avere quella lucidità di una ripresa che tarda a venire e che le ultime gare hanno evidenziato in modo negativo. Ed i due punti in appena cinque gare sono sotto gli occhi di tutti perché rappresentano il minimo storico di una squadra che ha bisogno di una scrollata per mettersi al riparo da ogni pericolo. Stefano Colantuono contro il Parma proverà a mandare in campo la migliore formazione possibile. I ducali sono avversari duri ma anche vulnerabili fuori dalle mura amiche. Per riappacificarsi con il pubblico salernitano dopo le magre delle ultime giornate bisogna puntare ad un solo risultato: la vittoria. Serve cattiveria agonistica sotto rete, servono gol pesanti degli attaccanti (che non arrivano). Insomma con attenzione ma anche tanta riflessione la gara contro il Parma potrebbe davvero essere quella del rilancio. Ed anche, perché no? Della riappacificazione con gli eccezionali tifosi granata, presenti in trecento anche a La Spezia, mortificati dalla sconfitta, che hanno abbandonato gli spalti del Picco molto prima che la gara finisse con il coro “vergognatevi” che solo una vittoria potrebbe, ora, cancellare.

Colantuono potrebbe ritornare al 3-4-3, riproponendo il tridente con Sprocati e Palombi sugli esterni, oppure Rosina dal primo minuto. Non è da escludere, comunque, il 4-3-3 che porterebbe in panca chi ha deluso nelle ultime uscite, Vitale uno di questi. Torna, invece, Raffaele Schiavi che prenderà il posto occupato da Tuia a La Spezia. Molto dipenderà dalle condizioni atletiche dei singoli per uno dei match probabilmente più importanti e delicati della stagione.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.