Assistenza computer salerno e provincia

Aggredisce la moglie e minaccia di ucciderla, in manette 55enne ebolitano

In preda ad un raptus di follia l'uomo ha impugnato un coltello brandendolo contro la donna, una lite che non si è conclusa in tragedia grazie alle segnalazione anonime giunte al 112

Federica D'Ambro

Ennesima violenza casalinga, questa volta ad Eboli nel quartiere Cicalese. E’ stato arrestato dai carabinieri Gerardo D’eboli, 55enne ebolitano, già noto alle forze dell’ordine per precedenti di droga. L’uomo avrebbe aggredito a sangue la moglie, 47enne, minacciando di ucciderla a coltellate. I due coniugi, secondo la ricostruzione dei carabinieri, erano all’interno del loro appartamento quando è scoppiata la lite, poi il 55enne, in preda ad un raptus di follia ha impugnato un coltello brandendolo contro la donna. Una lite che non si è conclusa in tragedia grazie alle segnalazione anonime giunte al 112. Sul posto le forse dell’ordine hanno ammanettato il pregiudicato che è stato ristretto in regime di arresti domiciliari presso l’abitazione di un parente, mentre la vittima è stata trasportata in ospedale, in ambulanza, per le cure del caso.

A Campolongo, invece, i carabinieri della stazione di Santa Cecilia, diretti dal maresciallo Giovanni Trotta, hanno tratto in arresto Driss Benkhalek, 40enne marocchino pregiudicato, pizzicato in una delle traverse sul lungomare in località Campolongo: l’extracomunitario deve scontare, infatti, 8 mesi di reclusione ai domiciliari per concorso in furto aggravato. Entrambe le operazioni sono state coordinate dai carabinieri della compagnia di Eboli, diretta dal capitano Alessandro Cisternino.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.