Pizzeria Betra Salerno

Ad Ascoli come all’andata: Gregucci pensa ai quattro in difesa?

Davanti "idea" Djuric dal primo, Calaiò prova a strappare già una maglia

Luca Viscido

VERSO ASCOLI | Dopo le scialbe prestazioni contro Padova prima e Benevento poi, Angelo Gregucci starebbe meditando vari cambiamenti per la partita di sabato alle ore 18:00 contro l’Ascoli di Ardemagni e compagni. Innanzitutto a partire dal modulo. Il trainer di San Giorgio Ionico negli ultimi allenamenti ha provato con decisione la difesa a quattro. Più specificamente il 4-2-3-1. In porta sarà confermato Micai nonostante l’errore di venerdì scorso. In difesa sono stati provati Casasola a destra, Mantovani e Migliorini centrali, con Lopez a sinistra. Il duo a protezione della retroguardia, dovrebbe essere formato da Minala e Di Tacchio, visto l’infortunio dell’ultim’ora di Davide Di Gennaro. I tre trequartisti alle spalle dell’unica punta sono stati alternati dal mister granata. Con insistenza sono stati schierati: Djavan Anderson a destra, Rosina come riferimento centrale dietro la punta e Memolla sulla sinistra. A sorpresa Djuric potrebbe scalzare posizioni e tornare titolare a distanza di un mese e mezzo dall’ultima volta. Da non escludere l’impiego di Andrè Anderson, attualmente impegnato con la nazionale under 20 e assente nelle ultime sedute di allenamento. Calaiò proverà fino all’ultimo a strappare una maglia dal primo minuto, cosa che però appare molto difficile vista la lunga inattività dell’attaccante palermitano.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.