Taste - Sapori mediterranei

Accusa 46enne di violenza sessuale poi nell’ultima udienza ritratta: “Mi picchiò soltanto”

La donna cambia versione e rivela: "Si accorse che lo avevo tradito e mi picchiò". Ora la compagna rischia una denuncia per calunnia

Era il 10 maggio di quest’anno quando i Carabinieri di San Valentino Torio, come si legge sul quotidiano Il Mattino, entrarono nell’appartamento arrestando un 46enne accusato di violenza sessuale. Nella camera da letto c’era la sua compagna con dei vestiti stracciati e segni di colluttazione in diverse parti del corpo. Successivamente la donna ha denunciato la violenza subita dall’uomo ma nell’ultima udienza per il processo un inaspettato passo indietro. La donna, infatti, ha ritrattato la sua versione, spiegando che il compagno si era arrabbiato per un segno che aveva notato sul suo corpo, la “prova” di un tradimento che lei stessa ha rivelato. Da lì scattò la lite e la successiva aggressione alla compagna straniera ma nessuna violenza sessuale, così la donna adesso rischia una denuncia per calunnia mentre cambia l’accusa per il 46enne che potrebbe essere giudicato solo per l’aggressione effettuata e le lesioni procurate alla compagna.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.