Assistenza computer salerno e provincia

Accoltellò il compagno di scuola al Genovesi, ieri “l’abbraccio del perdono” in Tribunale

Faccia a faccia, entrambi accompagnati dai loro avvocati, hanno cominciato a parlare prima dell'udienza

Sono passati diversi mesi da quel giorno di febbraio in cui Giovanni I. accoltellò il compagno di scuola Carmine S. nell’istituto tecnico Genovesi, il giovane che poi venne ricoverato in fin di vita al Ruggi. In tutto questo tempo Giovanni ha scritto più volte al ragazzo, lettere di richiesta di perdono mai risposte. Ieri, come si legge sul quotidiano Il Mattino, davanti al giudice Di Florio del Tribunale per i minori i due ragazzi si sono incontrati come non accadeva da quel maledetto giorno. Faccia a faccia, entrambi accompagnati dai loro avvocati, hanno cominciato a parlare prima dell’udienza. Un confronto terminato con un abbraccio tra i ragazzi, come desiderava Giovanni e la famiglia di quest’ultimo. Lo scorso giugno ha lasciato il carcere ed è stato trasferito in una comunità, ha ottenuto la misura cautelare meno afflittiva dei domiciliari con l’obbligo di frequentare la comunità alla quale era stato affidato. Come si legge su Il Mattino, il legale ha chiesto la sospensione del processo con messa alla prova e l’udienza è stata rinviata al prossimo 20 dicembre. In questo arco di tempo gli assistenti sociali dovranno redigere il piano di rieducazione che potrebbe prevedere momenti di incontro tra vittima e aggressore.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.