Assistenza computer salerno e provincia

Accoltellamento a Torrione, arrestato il nipote del boss Stellato

Si stringe il cerchio, ai domiciliari Ascione e Stellato

Federica D'Ambro

Si stringe il cerchio delle forze dell’ordine sui responsabili della feroce rissa, avvenuta lo scorso 12 luglio, in piazza Gian Camillo Gloriosi, Torrione. Sono stati aggiunti a un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari per i reati in concorso in tentato omicidio, lesioni aggravate, porto e detenzione di arma, Domenico Stellato e Domenico Ascione, rispettivamente di 20 e 19 anni. Stando a quanto ricostruito dalle indagini, la lite scaturì da una compravendita di hashish in piazza. Una parola di troppo è bastata per scatenare l’ira dei giovanissimi che armati di coltello non ci hanno pensato due volte a far valere il “rispetto”. Tramite l’ausilio delle telecamere di videosorveglianza, hanno potuto ricostruire l’esatto momento dell’aggressione: una volta comprato l’hashish i tre fratelli napoletani si stavano allontanando dalla piazza quando, Stellato e Ascione, decidono di colpirli alle spalle, con una lama di otto centimetri.

Domenico Stellato è il figlio di Giuseppe Stellato, meglio conosciuto come “Pappachione”, boss dell’omonimo clan Stellato e nipote di Donato, trucidato nel febbraio del 2007 per mano di Vincenzo Villacaro e Vincenzo D’Andrea.

 

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.