Taste - Sapori Mediterranei

Cambiano i mercati cittadini a Salerno

Ecco i dettagli dopo il consiglio comunale

Ieri, durante il Consiglio comunale tenutosi a Palazzo di Città, è stato approvato il piano di riordino e riorganizzazione delle aree mercatali cittadine.

 Nello specifico:

  • E’ stata rettificata una delibera risalente al 2002 secondo la quale piazza Sant’Agostino era considerata zona mercatale restituendo così al luogo la connotazione di piazza cittadina.
  • La parte superiore di largo San Petrillo, meglio conosciuta come largo San Giovanniello, è stata ufficialmente inserita tra le aree mercatali cittadine e, alla luce di questa decisione, partirà a breve un piano di riqualificazione della zona per agevolare il lavoro dei venditori ambulanti che già operano nell’area  e che da tempo lamentavano l’assenza di servizi.
  •  Su proposta dell’Associazione nazionale venditori ambulanti di Confesercenti, a Salerno presieduta da Aniello Ciro Pietrofesa, è stata approvata la riorganizzazione dell’area mercatale di via De Crescenzo, nel rione Pastena. L’intervento, che partirà a breve, prevede la riduzione dello spazio occupato dagli operatori, che sarà adeguatamente diviso per aree merceologiche secondo le norme igienico-sanitarie in vigore, e la creazione di un parcheggio gratuito con 25/30 posti auto a servizio degli avventori. I posteggi per gli operatori mercatali da 92 saranno ridotti a 71 e saranno tutti concentrati nella parte al coperto dell’area. La nuova planimetria ha raccolto il consenso della totalità degli operatori ai quali è stata assicurata, da parte del Comune di Salerno, una riduzione della Tosap di circa il 40 per cento.

 

“Siamo grati all’Amministrazione comunale e, nello specifico, all’assessore all’Annona Dario Loffredo e al direttore dello Sportello unico attività produttive Alberto Di Lorenzo, per averci accompagnato con professionalità e attenzione in questo iter che, una volta terminato, cambierà il volto di alcune delle aree mercatali più popolate della città”

Ha affermato Aniello Ciro Pietrofesa.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.