Taste - Sapori Mediterranei

Crisi Governo, da Mattarella mandato esplorativo per Roberto Fico

Le parole di Nicola Provenza, parlamentare salernitano del Movimento 5 Stelle, augura buon lavoro a Roberto Fico, presidente della Camera dei Deputati, per il mandato esplorativo avuto dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per la formazione di un nuovo governo dopo le dimissioni del premier Giuseppe Conte.

“Voglio esprimere il mio augurio più sincero a Roberto Fico per il delicatissimo compito che lo attende. Roberto, con coerenza e con il senso compiuto del suo ruolo istituzionale, saprà gestire questo passaggio delicato e decisivo per il futuro del nostro Paese.
È il tempo della responsabilità e della politica alta ed è per questo che le parole pronunciate dal Presidente della Repubblica ci richiamano al nostro dovere istituzionale”. Così, Nicola Provenza, parlamentare salernitano del Movimento 5 Stelle, augura buon lavoro a Roberto Fico, presidente della Camera dei Deputati, per il mandato esplorativo avuto dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per la formazione di un nuovo governo dopo le dimissioni del premier Giuseppe Conte.

Una sfida epocale

“Dobbiamo farlo senza dimenticare le motivazioni che ci hanno indotto a impegnarci politicamente e ad accettare con coraggio una sfida epocale portando tanti cittadini liberi nelle istituzioni”.

Un percorso

“Con la nostra storia e con i temi prioritari che delineano il nostro percorso (innovazione, transizione energetica, digitalizzazione). Rappresentando la prima forza politica in Parlamento abbiamo il dovere di fornire una visione di futuro che, con umiltà e consapevolezza, parta dai messaggi che la pandemia in corso ci ha drammaticamente consegnato. In primo luogo affidando la priorità assoluta alla Salute, con un modello organizzativo/assistenziale e di promozione della stessa che sia propedeutico a tutti gli altri sviluppi.

Essere uniti in questa fase storica è fondamentale e sarà possibile farlo se ci concentreremo su proposte e temi concreti che sappiano davvero disegnare una nuova prospettiva politico-programmatica. La forza delle nostre idee dovrà indurre a non porre attenzione a duelli rusticani proiettati dai media nelle sue varie e degenerate declinazioni, ma a sostenere un confronto autentico e ricco di contenuti sulle riforme strutturali di cui il nostro Paese ha bisogno. Stiamo muovendo i nostri passi nella Storia. Facciamolo con umiltà e coraggio, ponendo al centro il bene comune, restituendo alla politica dignità e credibilità e garantendo legalità e trasparenza”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.