Taste - Sapori mediterranei

Salvini in piazza: “Prossimo obiettivo liberare Salerno dai De Luca”

Tante le persone in piazza Portanova per ascoltare il Ministro dell'Interno. Salvini ha parlato delle cose fatte e di quelle da realizzare, rivolgendosi anche al Governatore Vincenzo De Luca

Federica D'Ambro

SalviniSalerno08

SALERNO. Sulle note di “Vincerò” di Luciano Pavarotti il Ministro dell’Interno Matteo Salvini è salito sul palco di piazza Portanova, questo pomeriggio, per portare avanti il toru della campagna elettorale per prossime elezioni europee. Avellino, Benevento, Aversa, Napoli e con oggi anche Salerno. Il tour ha portato il Ministro Salvini nelle più importanti piazze italiane. Tanti i cittadini salernitani che, intorno alle 15, hanno atteso il Ministro, in centro città blindato. Molti gli agenti in strada anche per gestire i tanti manifestanti contrari all’arrivo della Lega e di Salvini in città. Piazza Portanova, infatti, ospita ogni anno il tradizionale Albero di Natale ma di rado ospita comizi elettorali. La scelta, il via libera a Salvini, è arrivato dal primo cittadino di Salerno.

SalviniSalerno11

Un discorso breve ma incisivo, quello di Salvini sul palco. Un saluto iniziale è servito subito a rompere il ghiaccio con i presenti. Il Ministro ha parlato delle cose fatte dalla Lega dopo un anno di Governo. Immigrazione e sicurezza i temi centrali: “Ringrazio quanti stanno lavorando giorno e notte. Questo tour oggi mi ha portato a Salerno, penso di rispondere con i fatti. – ha dichiarato Salvini – Questo 2019 i reati sono diminuiti del 15 per cento. I feriti a Napoli, i morti per la Camorra, sono ancora troppi. Per quanto riguarda gli sbarchi, quest’anno contiamo un meno 92 per cento di migranti in Italia. Al signore che mi fischia rispondo che se vuole può ospitarne anche 10 a casa sua e stiamo a posto così. I porti restano chiusi, con i soldi risparmiati assegneremo posti di lavoro a carabinieri e forze dell’ordine. I governi di sinistra avevano trasformato il mar Mediterraneo in un cimitero di 15mila cadaveri. Una politica più seria significa anche salvare vite. 

SalviniSalerno32

Uno sguardo ai candidati e alle prossime elezioni europee, specialmente alle cose ancora da fare e in cantiere.  “Mercoledì ho un incontro al Ministero con i responsabili delle comunità di recupero dalla tossicodipendenza perché ho intenzione di proporre la galera per gli spacciatori di droga e porre finalmente fine a questo fenomeno. – ha dichiarato  Salvini – Stiamo lavorando a una legge contro l’abbandono o il maltrattamento di animali, mentre, entro fine maggio, il Senato approverà la legge per consentire l’uso di telecamere in asili e case di riposo. Continueremo a difendere il diritto alla legittima difesa, basta con i risarcimenti ai parenti dei rapinatori. Ci stiamo battendo per superare l’emergenza lavoro in Italia smontando pezzo per pezzo quella schifezza della Legge Fornero e con Quota 100 e la pace fiscale abbiamo restituito anni a serenità a donne, uomini e giovani”.

Tra gli obiettivi di Matteo Salvini anche quello di “liberare la Regione Campania”. Una frase detta con forza, in un discorso sul lavoro e sulla meritocrazia e sulla sanità. Salvini, a Salerno, in piazza Portanova, ha provocato così Vincenzo De Luca. “In questa regione c’è ancora tanto da fare e il prossimo obiettivo sarà proprio quello di liberarla dai De Luca e chiacchieroni vari che chiudono gli ospedali che noi vogliamo riaprire”.

Tra gli applausi dei presenti il Ministro ha salutato i cittadini uno per uno, gestendo come direttore d’orchestra l’entrata e l’uscita delle persone che volevano scattarsi una foto insieme a lui. Passate le 17 del pomeriggio, i manifestanti hanno avuto la possibilità di avvicinarsi al palco. Salvini li ha guardati e salutati, poi si è diretto alla macchina, in direzione Aversa.

Taste - Sapori mediterranei

Commenti

I commenti sono disabilitati.