Assistenza computer salerno e provincia

Viaggio nel 2017: un anno di cronaca

Ripercorriamo insieme quanto accaduto nell'ultimo anno a Salerno e provincia

Federica D'Ambro

636

Non è stato un anno semplice questo che stiamo per salutare. Il 2017 è iniziato con l’ondata di gelo e neve che ha causato molti danni in tutta la provincia di Salerno. Dalla tragedia dell’Hotel Rigopiano,  ai vari incidenti causa ghiaccio sulle strade, alla mancanza di sale per sopperire a questa emergenza. L’università di Salerno chiude il bilancio con due suicidi all’interno dell’Ateneo, di due studenti universitari, e un caso di meningite. Il Comune ha dovuto lottare con i commercianti, la comunità senegalese e bengalese, il ricorso al Tar da parte della società francese per l’aggiudica del bando di “Luci d’Artista”, con l’emergenza sicurezza sul Lungomare di Salerno, con i puntuali sbarchi che hanno trasformato il “porto della speranza” in “strage” con le 26 donne migranti giunte a terra già morte. Alcuni di questi eventi, iniziati nel 2017, ancora devono concludersi. Vediamo mese per mese cosa è accaduto a Salerno in 365 giorni del 2017.

Gennaio

Gennaio è stato caratterizzato dal freddo, dal gelo e dalla neve. Scuole chiuse, strade bloccate, tubature congelate. Ci sono stati anche diversi casi di Meningite all’ospedale di Eboli, che hanno portato alla nascita di una vera psicosi in tutta la penisola. Di meningite è anche morta a Nocera, una donna.  C’è stata la lotta contro la Chiesa del Galiziano, vinta a metà. La tragedia dellHotel Rigopiano, una valanga di neve che ha tolto la vita a diverse persone, tra cui quella di Stefano Faniello.

Febbraio

Il mese di febbraio non è stato meno tranquillo per i cittadini salernitani. L’uccisione del cane Chicca, aggredita a Pastena a colpi di calci dal suo stesso padrone, ha scatenato l’ira di molti, soprattutto, delle associazioni animaliste che nel giro di qualche settimana, hanno organizzato più incontri nel quartiere per protestare e chiedere giustizia. Ancora tumulti per l’accoglienza migranti, con la chiusura dello storico Ostello Koinè. Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, in questo mese, ha deciso di avviare il censimento di Amianto all’interno di edifici abbandonati. Gli ultimi giorni di vita di Dj Fabo, morto per sua decisione in Svizzera, hanno coinvolto tutti gli italiani, da Sud a Nord. Una morte che non è passata inosservata, tant’è che dal 14 dicembre, il biotestamento è legge.

Marzo

Continuano i presidi del Comitato Salute e Vita per chiedere la chiusura definitiva dello stabilimento Fonderie Pisano. Mentre a Salerno le forze dell’ordine sono impegnate in un maxi blitz al sistema della droga. Il Treno Verde di Legambiente fa tappa a Salerno per alcuni giorni, portando con sè la scia dell’innovazione. Iniziano, a rilento, i trasferimenti alla Cittadella Giudiziaria. Alcuni uffici, saranno aperti ufficialmente entro la fine di aprile. La Rai arriva e spiazza il territorio salernitana mostrando il lato oscuro della bufala, dai maltrattamenti sull’animale, alle pessime condizioni in cui vengono tenute in alcuni luoghi.

Aprile

Si avvicina Pasqua e alcuni organizzatori di eventi cercano di sfruttare l’evento creando una locandina sull’Ultima Cena, che non è piaciuta a tutti i cittadini salernitani. Nel frattempo sulle coste salernitane continuano gli sbarchi, ad aprile arrivano 400 migranti. La meningite non si ferma e colpisce anche una studentessa dell’Università di Salerno, la stessa università è costretta ad obbligare gli studenti che sono stati a contatto con la giovane a visite mediche. Nuove droghe arrivano a Salerno, come la Krokodil, un mix letale che arriva a mangiarsi dall’interno la carne umana.

Maggio

Se la meningite non fosse bastata, a maggio, succede l’impensabile all’Università di Salerno. Uno studente si suicida, lanciandosi dal terzo piano della biblioteca, muore sul colpo. La trasmissione televisiva “Le Iene” inizia a parlare di un nuovo “gioco” che in 50 giorni porta giovani adolescenti al suicidio: la Blue Whale. Un caso viene riscontrato anche a Sarno, con un ragazzo di 11 anni. Sul Lungomare cittadino lo storico locale “Embarcadero” cambia look e viene inaugurato anche dal Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Il Questore di Salerno per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi inizia ad applicare il Daspo Urbano. Al porto di Salerno, arriva una nuova nave con a bordo migranti e il corpo senza vita di un bimbo di 3 anni, morto in mare.

Giugno

L’attore romano, Domenico Diele, alla prese con un film nel salernitano, si mette alla guida della sua auto sotto effetto di stupefacenti. Quella sera, in un incidente mortale, perde la vita ad Ilaria Dilillo. Inizierà a giugno un processo che continuerà fino alla fine del 2017. Nel frattempo all’ospedale Ruggi d’Aragona, un topo nei corridoi, scatena l’ira dei cittadini e dell’opposizione comunale. L’estate del 2017 si ricorderà come una delle più calde. Proprio a giugno inizierà un periodo di siccità e disagi che continuerà fino alla fine di settembre. Con il caldo asfissiante e le belle giornate, i salernitani, di qualsiasi fascia d’età, iniziano a lasciare in garage l’auto e utilizzano la bicicletta.

Luglio

All’emergenza idrica e la richiesta del riconoscimento di calamità naturale, iniziata a giugno, si unirà l’emergenza incendi. Per settimane, a causa anche delle scarse piogge, le montagne e colline salernitane bruceranno con una media di quasi 10 incendi al giorno. L’incendio che ha scosso la cittadinanza è stato quello al Forte La Carnale, dove i vigili del fuoco, ormai a riserva d’acqua, hanno impiegato un intero giorno per domare le fiamme ed hanno dovuto collegare il loro idrante alla rete comunale. Mentre la comunità senegalese perde il suo “leader” Diallo, nel quartiere di Pastena un uomo, forse per un regolamento conti, viene ucciso brutalmente sul suo motorino con colpi d’arma da fuoco.

Agosto

Ad agosto il caldo non ha ancora lasciato respirare i salernitani, le temperature torneranno stabili con l’arrivo di Settembre. Vietri sul Mare piange la scomparsa improvvisa del noto e apprezzato medico Michele Siani.  A Salerno si continua a parlare di mobilità ciclistica e piste ciclabili in città, questa volta la parola è passata la primo cittadino. Mentre dalla Regione Campania arriva il finanziamento per eliminare le barriere architettoniche al Giardino della Minerva, progetto che si concluderà solo a gennaio 2018. La terra ad agosto continua a tremare anche nel salernitano, ma la paura di un sisma più grande preoccupa soprattutto la situazione antisismica nelle scuole e dei palazzi a rischio.

Settembre

Per i salernitani le certezze sono poche, una di queste è il 22 settembre e la festa di San Matteo, quest’anno caratterizzata dalla serenità, pochi scandali, ed i fuochi pirotecnici finali. Mentre nei rioni collinari la situazione topi non è in miglioramento, anzi, peggiora con l’aggressione di una cittadina. Via Lanzalone, al rione Carmine, passa alla storia per il contromano dell’auto di De Luca, che investe una giovane ragazza a bordo del suo scooter. Verso fine settembre, si inizia a parlare di sicurezza, scoppia il caos sul Lungomare cittadino e arrivano i New Jersey sul corso Vittorio Emanuele.

Ottobre

La società francese “Blanchere Illumination” arriva seconda al bando di gara triennale per l’installazione di Luci d’Artista. La stessa porterà l’amministrazione comunale dinanzi ai giudici del Tar. Ricorso che ha lasciato commercianti e associazioni di categoria con il fiato sospeso, rischiando di perdere la 12esima edizione delle luminarie. Gli studenti salernitani scendono in massa in piazza per protestare contro l’alternanza scuola lavoro. La carta d’identità cambia volto e diventa totalmente elettronica. La sicurezza sul Lungomare arriva ai suoi picchi più alti con l’aggressione di una vigilessa della polizia municipale.

Novembre

Nonostante i problemi, parte con successo la 12esima edizione di Luci d’Artista. I momenti di gioia per la tradizionale edizioni si bloccano momentaneamente per un tragico sbarco al Porto salernitano, l’ennesimo sbarco con a bordo i corpi di 26 giovani donne migranti, morte nel Mediterraneo. “Non ci sono più i portoghesi di una volta” è stato il titolo irriverente di un articolo che annunciava, finalmente, l’incremento nella vendita dei biglietti sui pullman Busitalia. Mentre, la Questura di Salerno, in un blitz, “taglia le gambe” al Clan D’Agostino.

Dicembre

L’ultimo mese del 2017 si contraddistingue per due episodi di cronaca. Il secondo suicidio di un giovane all’università di Salerno, dopo aver aggredito fisicamente la fidanzata e la morte sul posto di lavoro, al Porto di Salerno, del giovane Beniamino Tafuri. L’attore romano Domenico Diele, accusato dell’omicidio della salernitana Ilari, torna libero la vigilia di Natale. Ennesimo colpo riuscito delle forze dell’ordine che riescono ad arrestare nel salernitano il boss latitante della ndrangheta calabrese, Mimmo Pepe. A Salerno parte una campagna di solidarietà nei confronti di Erasmo, giovane disabile, al quale è stato rubato un doblò. Commercianti e cittadini sono ancora impegnati a regalare uno splendido 23esimo compleanno al giovane, il 6 gennaio. Gli ultimi giorni di dicembre saranno da ricordare per due episodi di cronaca: l’incendio che ha ucciso Iole De Marco e i suoi due figli, Donato e Franco Papa, all’interno della loro abitazione a Mercato San Severino, e la morte inaspettata del 13enne Alessandro, sul caso è stata appena aperta un’inchiesta per far luce su quanto accaduto sulle sue ultime ore di vita.

 

Il 2017 ci saluta con non pochi cambiamenti e novità. Nonostante la delibera contro la musica nei giorni di festività, i salernitani sono scesi ed hanno festeggiato il Natale e l’anno che verrà.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.