Assistenza computer salerno e provincia

Undici medici indagati per la morte di Rosaria

La 22enne morta 8 giorni dopo l'intervento allo stomaco, il sindaco di Sala Consilina: "Vicini alla famiglia anche dal punto di vista giudiziario.."

312

Sono 11 i medici iscritti nel registro degli indagati dalla Procura di Nocera Inferiore, come si legge sul quotidiano Il Mattino oggi in edicola, per la morte della giovane Rosaria Lobascio, deceduta dopo otto giorni dopo un’operazione allo stomaco effettuata al Fucito di Mercato San Severino. E’ il sostituto procuratore Viviana Vessa a coordinare le indagini, questa mattina ci sarà l’autopsia sulla ragazza. Alla famiglia, assistita dall’avvocato Angelo Paladino, sono arrivate anche le condoglianze dell’amministrazione comunale di Sala Consilina:

“Partecipiamo al dolore della famiglia Lobascio, per la tragica perdita di Rosaria. In particolare il sindaco Francesco Cavallone esprime la propria vicinanza ai familiari della sfortunata 22enne, morta in seguito ad un intervento di riduzione dello stomaco.

“Siamo vicini ai familiari di Rosaria –afferma il primo cittadino- in questo tristissimo momento, prima di tutto dal punto di vista umano. Impossibile immaginare il dolore dei genitori e dei congiunti per la perdita di una giovane di 22 anni, che aveva tutta la vita davanti a sé. Rosaria era ragazza dal cuore grande e piena di qualità, e la sua scomparsa prematura è una tragedia immane, che colpisce tutta la comunità di Sala Consilina e non solo.

Siamo e saremo vicini ai familiari di Rosaria –sottolinea Cavallone- anche da un punto di vista “giudiziario”: quanto accaduto deve essere attentamente vagliato dagli organi inquirenti. È evidente che ci sono situazioni in questa vicenda che devono essere chiarite dagli organi competenti, e risposte che devono essere date. Anche in questo necessario percorso di ricerca della verità –conclude il sindaco di Sala Consilina- siamo e saremo vicini ai familiari di Rosaria”.

Tra gli 11 indagati ci sono due medici in servizio all’ospedale di Polla, dove la giovane arrivò mercoledì 6 giugno e 9 medici dell’ospedale di Mercato San Severino, al Fucito, dove fu operata Rosaria.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.