Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

Una rondine non fa primavera, pareggio ad occhiali al quarantacinquesimo

Salernitana in difficoltà contro le rondinelle, Caracciolo sfiora due volte il gol

335

BRESCIA (3-5-2): Minelli; Coppolaro, Gastaldello, E.Lancini; Cancellotti, Bisoli, Martinelli, Dall’Oglio, Furlan; , Torregrossa, Caracciolo. A disp. Andrenacci, Pelagotti, Bagadur, Longhi, N.Lancini, Bandini, Machin, Ndoj, Cortesi, Rivas, Ferrante. All: Pasquale Marino    
SALERNITANA (3-5-2): Radunovic; Pucino, Schiavi, Mantovani; Gatto, Rizzo, Signorelli, Minala, Vitale; Rossi, Bocalon. A disp. Adamonis, Popescu, Tuia, Asmah, Perico, Ricci, Odjer, Kiyine, Di Roberto, Cicerelli, Sprocati, Rodriguez. All: Alberto Bollini
ARBITRO: Sig. Lorenzo Illuzzi di Molfetta (Fiore/Formato) IV uomo: Perotti
Angoli: 1-1
Reti:
Ammoniti: Pucino(S)
Espulsi:

Primo tempo a reti bianche al Rigamonti di Brescia. La Salernitana parte bene e determinata, ma alla lunga subisce il pressing dei padroni di casa e non riesce a costruire occasioni da rete. Le rondinelle, invece, nel finale di partita hanno avuto due nitide occasioni con Caracciolo. I granata molto nervosi in campo, sfilacciati nelle ripartenze, molti errori nell’impostazione di gioco.

Seconda trasferta consecutiva per la Salernitana. La prima sconfitta dopo una serie positiva record della squadra di Mister Bollini.
Non cambia lo spartito tattico per i granata, cambiano gli interpreti: esordisce dal primo minuto Giuseppe Rizzo e ritorna come laterale di destra Leonardo Gatto. Bocalon confermato in attacco con al suo fianco l’enfant prodige Rossi.
La Salernitana parte subito con un atteggiamento propositivo e pressing costante teso a strappare via il pallone agli avversari. Il Brescia sbaglia molti palloni in fase di impostazione favorendo la manovra dei granata. Le rondinelle crescono dopo i primi dieci minuti e creano difficoltà alla retroguardia granata con inserimenti e verticalizzazioni veloci. La prima occasione rilevante avviene all’undicesimo con un tiro da fuori d’area di Dall’Oglio dopo un calcio d’angolo. Salernitana in difficoltà sul costante pressing alto dei lombardi, i granata sono costretti più volte al lancio lungo sulle due punte. Al ventunesimo occasione importante per il Brescia, cross dal vertice destro dell’area di rigore, Torregrossa in sforbiciata tenta il colpo, Mantovani salva di schiena. Sul ribaltamento di fronte la Salernitana sfiora il gol su azione di calcio d’angolo, dopo un batti e ribatti in area di rigore la sfera arriva sui piedi di Rossi che cicca il colpo al volo. Dopo un minuto lo stesso attaccante scuola Lazio scheggia la traversa con un cross dalla destra.
Alla mezzora di gioco il Brescia ha decisamente il pallino del gioco, sfruttando alcune leggerezze difensive dei granata dovute al costante pressing delle rondinelle. Squadra granata che appare sfilacciata e molto lunga quando deve attaccare, manca la qualità a centrocampo di Ricci e Gatto ancora non si è acceso sulla fascia destra.
Grande occasione per i padroni di casa al 39’, fraseggio stretto nei pressi dell’area di rigore, palla laterale profonda per Caracciolo che a tu per tu con Radunovic la tira fuori. Dopo cinque minuti il Brescia ancora pericoloso in area di rigore, cross dalla fascia sinistra che trova pronto l’Airone a colpire, sfera che lambisce il palo alla sinistra di Radunovic.

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.