Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

E’ un cuore di Salernitana, a Terni decide Sprocati (0-1 pt)

Nella città di San Valentino i granata colpiscono al giro di lancette numero venti con una precisa conlusione dell'ex Pro Vercelli

Alfonso Maria Tartarone

383

TERNANA-SALERNITANA 0-1
TERNANA (4-2-3-1). Plizzari; Vitiello, Gasparetto, Valjent, Favalli; Defendi, Paolucci; Statella (39′ Signori), Tremolada, Carretta; Montalto. A disp.: Sala, Finotto, Bordin, Angiulli, Signorini, Ferretti, Rigione, Zanon, Repossi, Piovaccari, Albadoro. All.: Pochesci.
SALERNITANA (3-4-3). Radunovic; Casasola, Schiavi, Vitale; Pucino, Minala, Signorelli, Zito; Sprocati, Rossi, Palombi. A disp.: Adamonis, Russo, Popescu, Tuia, Kiyine, Odjer, Alex, Di Roberto, Bocalon, Rodriguez. All.: Colantuono.
MARCATORI. 20′ Sprocati.
ARBITRO. Francesco Fourneau di Roma 1. Assistenti: Christian Rossi (sez. La Spezia) – Giovanni Luciano (sez. Lamezia Terme). IV uomo: Cristian Cudini (sez. Fermo).
NOTE. ammoniti: Vitale e Favalli; minuti di recupero: 2′.

A Terni è un “cuore” di Salernitana. I granata, nella città di San Valentino, chiudono la prima frazione di gioco in vantaggio grazie al sigillo di Sprocati.
IL PRIMO TEMPO. La prima conclusione della contesa porta la firma dei padroni di casa. Schema su calcio piazzato e destro di Valjent che non impensierisce il rientrante Radunovic. Gli umbri, sicuramente più in palla e vogliosi di gettarsi alle spalle un ultimo periodo di campionato avaro di soddisfazioni, ci riprovano con Tremolada (da azione di calcio d’angolo) ma la mira non è delle più felici. La Salernitana, come il gatto che gioca con il topo, attende il momento propizio per colpire in contropiede. Giro di lancette venti: le Fere perdono malamente la sfera a centrocampo e Palombi assiste al bacio Sprocati che con un chirurgico diagonale infila Plizzari. Insomma, sulla carta tanta buona volontà da parte dei ragazzi di Pochesci mentre sul manto erboso del “Liberati” a fare la differenza sono la freddezza e la lucidità della compagine guidata da Colantuono. La reazione della Ternana, colpita a freddo, arriva con il contagocce. E’ necessario attendere il trentunesimo minuto per ritrovare i rossoverdi dalle parti dell’estremo difensore campano. L’ex Montalto, era Lombardi, e Carretta, quest’ultimo sfiora l’incrocio dei pali, non lasciano il segno. Schiavi e compagnia comprendono di non poter abbassare la guardia. Sessanta secondi più tardi, allora, prova addirittura a chiudere i conti Rossi. Il talento scuola Lazio trova sulla sua strada l’attento pipelet avversario. Non è fortunato nemmeno Minala, destro a giro di un niente sopra la traversa.

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.