Sopralluogo nel cantiere di via Adinolfi, a settembre consegnati i primi box

Dopo anni di calvario i lavori per i box interrati saranno completati entro la prossima estate

admin

415

Per anni é stata una voragine a cielo aperto nel pieno centro della cittá che ha causato non pochi disagi ai residenti, ai commercianti oltre che all’intera popolazione ebolitana. In particolare ai bimbi che si sono visti privati dell’unico parco giochi pubblico presente in città. Ripresi durante la gestione commissariale i lavori nel cantiere di via Adinolfi, per la realizzazione di parcheggi interrati, termineranno entro la prossima estate. Ad annunciarlo é il sindaco Massimo Cariello che stamattina, insieme all’assessore comunale alle opere pubbliche, Matilde Saja, e al responsabile dell’ufficio tecnico comunale, Rosario La Corte, ha effettuato un sopralluogo nel cantiere alle spalle di Piazza della Repubblica.

Le strutture in cemento armato saranno consegnate alla fine di settembre consentendo anche la riattivazione del traffico in via XXIV Maggio e, soprattutto, la riapertura di via Sisto. L’Ati che segue i lavori, con capofila la ditta GIN, doveva completare la realizzazione dei parcheggi entro 24 mesi, quindi entro novembre 2016.

L’ultimazione dell’opera complessiva, cioè i blocchi box auto, i parcheggi a raso e la sistemazione completa della piazza è prevista per l’estate del prossimo anno. I tecnici ipotizzano un’accelerazione nei lavori, con tempi più rapidi nella consegna definitiva. La sistemazione della piazza al livello superiore ed i lavori in via Carlo Rosselli non interferiranno sulla realizzazione dei 138 box interrati.

Il primo cittadino Massimo Cariello ha insistito che si faccia il possibile per consentire subito la riapertura della strada che costeggia l’istituto scolastico Vincenzo Giudice. «Ho chiesto ai tecnici che la realizzazione della piazza al di sopra dei blocchi box auto venga avviata nella parte a ridosso della scuola Vincenzo Giudice. Questa circostanza sulla quale abbiamo ottenuto l’impegno della società che sta realizzando l’opera, ci permetterà di dare risposte certe alle tante famiglie dei bambini che frequentano la scuola e che chiedono maggiore sicurezza, anche attraverso la possibilità di avere una strada vicina alle scuole che permetta l’accesso agli edifici scolastici in maniera sicura. Guardiamo dunque alla sicurezza dei cittadini, ma anche alla realizzazione, finalmente, dell’opera, che riusciremo a portare a compimento senza polemiche ulteriori e guardando al bene comune».

L’assessore alle opere pubbliche, Matilde Saja, che da settimane sta seguendo la vicenda in maniera diretta, sottolinea: «Stiamo rispettando i tempi sui quali ci siamo soffermati da quando abbiamo assunto la responsabilità amministrativa. Allo stesso modo la società sta rispettando gli impegni assunti con i promissari, garantendo i loro diritti e sostenendoli nel pur difficile percorso dopo le note vicende relative al fallimento della ditta che aveva avviato la vendita dei box auto».

Commenti

I commenti sono disabilitati.