Assistenza computer salerno e provincia

“Sinistra al Lavoro”… per sbarrare la strada a Caldoro e De Luca

Presentata la lista salernitana a sostegno di Salvatore Vozza: «Siamo lista "pulita"». Stoccata agli assessori-candidati

admin

603

La loro idea è ben chiara: contrapporsi al fallimento quinquennale targato Stefano Caldoro e impedire che si ripeta e sbarrare la strada per palazzo Santa Lucia al “podestà” – come lo hanno definito – Vincenzo De Luca. Sono pronti alla battaglia elettorale i nove componenti della lista “Sinistra al lavoro per la Campania” che alle elezioni del prossimo 31 maggio sarà al fianco del candidato alla presidenza Salvatore Vozza. Una lista variegata che presenta tanto esponenti politici di lungo corso come Franco Massimo Lanocita, Loredana Marino, Gerardo Rosania, Vladimiro Botta e Raffaele Masci, quanto “nuove leve”, professionisti e attivisti come Raffaella Casciello, Irene Tortora, Valentina Del Pizzo e Roberto De Luca.
Questa mattina si è tenuta la presentazione della squadra salernitana che riunisce le varie anime della sinistra e che sarà in campo alla fine del mese per rappresentare l’alternativa ai “soliti nomi”. Giovani, trasporti, saperi, Campania sostenibile, sanità, reddito minimo, lavoro per le donne e sviluppo sono i temi fondanti del programma elettorale di “Sinistra al lavoro per la Campania”, esposti dalla componente della segreteria provinciale di Sel, Sofia Russo. «Ora si può scegliere – ha detto Russo – Ci sono delle valide alternative ai soliti nomi, quelli di Stefano Caldoro e Vincenzo De Luca che, di fatto, rappresentano due facce della stessa medaglia. I componenti della nostra lista, invece, sono persone dalla chiara e limpida provenienza, come accertano le certificazioni che sono state richieste quale “condizione” per la candidatura all’interno di una lista che voleva essere ed è “pulita”. Vogliamo, tramite le nostre competenze, mettere poi in luce i punti deboli tanto della fallimentare gestione di Caldoro in Campania, quanto dell’esperienza di De Luca sindaco, un modello che rischia di essere esportato a livello regionale».
Nel mirino resta comunque la candidatura di Vincenzo De Luca, o meglio la sua eventuale elezione: contrariamente a quanto ipotizzato in un primo momento “Sinistra per il lavoro” non ha affiancato il Movimento Cinque Stelle nella presentazione del ricorso al Tar della Campania con cui si contesta l’incandidabilità di Vincenzo De Luca alla luce degli effetti della legge Severino. L’asso nella manica delle truppe di sinistra sarà tirato fuori nel caso in cui le urne dovessero dare ragione all’ex sindaco di Salerno: un ricorso all’atto della proclamazione. «Abbiamo sempre avuto delle perplessità sulla incandidabilità di De Luca perché per noi il punto cruciale è a posteriori, ovvero all’atto della proclamazione. Sarà in quel momento che stiamo pensando di intervenire con un ricorso» – ha spiegato il candidato Lanocita, avvocato di professione.
Ma in “Sinistra per il lavoro” rispediscono al mittente anche tutti gli appelli al “voto utile”: «L’unico voto utile è quello dato a noi – sottolinea ancora Lanocita – perché durante l’esperienza al governo regionale del centrodestra, non c’è stata alcuna battaglia da parte del Pd. Noi siamo la Sinistra e siamo l’unica scelta utile. Rispetto De Luca dal punto di vista umano ma non per le scelte che ha fatto. Pensi ai voti utili per le sue liste». Liste delle quali fanno parte anche tre assessori dell’attuale giunta comunale di Salerno che, all’atto della candidatura, non hanno però lasciato il loro incarico amministrativo, suscitando non poche perplessità: «Calabrese e gli altri non hanno avuto la bontà di dimettersi, che sarebbe stato corretto anche da un punto di vista etico ma li capisco. Per loro avrebbe significato perdere la propria fonte di stipendio»- hanno ribadito nel corso della conferenza stampa. Liste che non piacciono nemmeno al segretario provinciale di Sel, Franco Mari che le ha definite «“seconde liste del centrodestra”: Cosentino è detenuto, tutti i cosentiniani sono in campo con De Luca».
Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.