Assistenza computer salerno e provincia

Sicurezza sui mezzi Cstp, sindacati chiedono vertice in Prefettura

L'ultimo episodio, tentata rapina su un autobus, ha fatto scattare l'allerta

Marco Rarità

291

E’ accaduto tutto domenica pomeriggio quando gli agenti della Questura di Salerno sono stati chiamati per intervenire su un autobus del Cstp. L’autista infatti aveva fermato il mezzo in via Roma, dopo una tentata rapina ai danni di una passeggera. Ad agire un cittadino di nazionalità marocchina di 35 anni. Ad evidenziare il caso e chiedere un tavolo tecnico sulla sicurezza degli utenti e del personale del servizio di trasporto pubblico locale, gli stessi sindacalisti Filt Cgil, Fit Cisl e Uil trasporti, con una lettera indirizzata al nuovo prefetto di Salerno, Antonella Scolamiero e scritta dai segretari generali Amedeo D’Alessio, Sergio Galdi e Gennaro Scarano.

“Denunciamo l’aumento di fenomeni di aggressione a danno del personale in servizio sui mezzi pubblici, treni e autobus, nonché nelle stazioni ferroviarie ed ai terminal bus. Il fenomeno sta assumendo livelli non più sopportabili dai lavoratori e dai tanti viaggiatori civili che utilizzano la mobilità collettiva – si legge nella nota – Tantissimi sono gli accadimenti, che vanno dalle aggressioni verbali alle molestie, per sfociare sempre più spesso in vili e crudeli aggressioni fisiche, oltre agli ingenti danni a treni e bus. Occorre un’attenta valutazione del fenomeno, affinché possano essere messe in campo azioni mirate di prevenzione e repressione. E’ necessario che forze dell’ordine, istituzioni e aziende avviino tali azioni di contrasto in modo sinergico e ognuno per le proprie competenze e responsabilità – proseguono i sindacalisti – oltre ad esprimere piena e profonda solidarietà ai lavoratori colpiti, ci rendiamo disponibili ad una più ampia e fattiva collaborazione affinché la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori dei trasporti, in uno a quella degli utenti, non sia più alla mercé di violenti ed in spregio alle regole del vivere civile”.

Così le organizzazioni sindacali hanno chiesto al prefetto un intervento per l’istituzione di un tavolo tematico con tutti i soggetti interessati, per mettere in campo le prime azioni operative atte a contrastare il fenomeno denunciato.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.