Assistenza computer salerno e provincia

Scalzi per Eboli per riconoscere i diritti dei profughi

Il corte che ha attraversato il centro storico concludendosi con dibattito tra politici e cittadini

Federica D'Ambro

650

Scalzi per Eboli in favore degli immigrati. Anche La cittadina di Eboli si è unita alla manifestazione che sta facendo scendere, in numerose piazze italiane, la solidarietà e l’impegno nel riconoscere i diritti dei profughi scappati dai loro paesi d’origine. Questa mattina erano una cinquantina gli ebolitani scalzi che hanno marciato per le vie cittadine partendo dall’ex stadio Massajoli fino al centro storico. Il corteo è stato organizzato dal Belrilinger Lab, coordinato da Maria Gasparro ha visto la partecipazione, insieme ai cittadini, anche di alcuni esponenti della politica locale e delle rappresentanze sindacali.
Dall’assessore alle attività produttive, Maria Sueva Manzione, alla Flai Cgil, con Anselmo Botte e del circolo di Legambiente Silarus. Presente, come già annunciato, Don Alfonso Raimo della Parrocchia di San Bartolomeo .

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.