Assistenza computer salerno e provincia

Salerno, “Family Star” contro l’abbandono scolastico

Appuntamento mercoledì 16 maggio 2018 a partire dalle 15.00 al Grand Hotel Salerno

Federica D'Ambro

144

Otto istituti scolastici della provincia di Salerno, 100 ragazzi ed altrettante famiglie coinvolte e più di 50 “riunioni di famiglia” effettuate nel corso dell’ultimo anno. Questi i numeri di Family Star, il progetto sperimentale dell’Unione Europea portato in Campania dal Consorzio La Rada, mirato ad affrontare precocemente con la famiglia e la scuola i disagi che ragazzi ed adolescenti possono manifestare con diverse modalità nel contesto scolastico: dalle difficoltà relazionali alla fatica nell’apprendimento fino ad arrivare all’abbandono della scuola. Il progetto, attuato solo in Lombardia ed in Campania, ha registrato proprio in provincia di Salerno, la più alta adesione delle scuole su scala nazionale con una percentuale del 79% degli istituti del territorio con la realizzazione, nella prima annualità, di 50 riunioni di famiglia che hanno visto coinvolti 100 studenti ed altrettante famiglie.

Risultati decisamente importanti di cui si parlerà nel corso di un convegno che si terrà mercoledì 16 maggio 2018 a partire dalle ore 15.00 presso il Grand Hotel Salerno. Nel corso dell’incontro Gianluca Argentin dell’Università Cattolica di Milano e Francesco Tarantino dell’Associazione per lo Sviluppo della Valutazione e l’Analisi delle Politiche Pubbliche, presenteranno i risultati della sperimentazione nel primo anno di somministrazione del modello delle “riunioni di famiglia” come strumento di prevenzione del disagio giovanile e della dispersione scolastica. Al progetto hanno aderito i seguenti istituti scolastici: IC San Tommaso D’Aquino, IC Rita Levi Montalcini, IC Alfano Quasimodo, Scuola Media Monterisi di Salerno, IC Picentia di Pontecagnano Faiano, IC Carducci Trezza, IC Giovanni XXIII e Scuola Media Balzico di Cava de’ Tirreni.

A seguire sarà la volta del focus group dal titolo “RDF e Comunità Educante”. Facilitatori, portavoce, docenti, studenti e famigliari dei giovani coinvolti nel progetto, avranno modo di scambiare le proprie opinioni sull’esperienza vissuta con l’obiettivo di analizzare il funzionamento del modello.

L’evento organizzato per il Progetto Family Star è l’inizio di un percorso di confronto e crescita – spiega Palma Elena Silvestri, presidente del Consorzio La Rada –  il grande obiettivo di questo programma è costruire una comunità educante innovativa, capace di sentire e sperimentare nuovi strumenti di contrasto alla dispersione scolastica mirando al benessere sociale dei giovani studenti  della nostra provincia. La condivisione di esperienze scolastiche ed extra scolastiche progettate sulla base dell’analisi dei nuovi emergenti bisogni educativi dei nostri studenti. Un dialogo aperto sulle grandi sfide educative che devono rimettere al centro i ragazzi, le loro difficoltà comunicative, il loro disagio ad apprendere gli orientamenti di valore che il mondo scuola prova a trasmettere. La nostra ricerca – conclude Silvestri – ambisce a far sì che le agenzie educative entrino in contatto informale tra loro e con i ragazzi e si sostengano nella gestione dei riti di passaggio percepiti come momenti di sempre maggiore fragilità”.

 

IL PROGRAMMA DEI LAVORI – Grand Hotel Salerno, mercoledì 16 maggio 2018 ore 15.00

  • Ore 15.00 Saluti – Palma Silvestri, presidente Consorzio La Rada
  • Ore 15.15 Presentazione dei risultati del primo Anno di sperimentazione- Gianluca Argentin, Università Cattolica di Milano e Francesco Tarantino, Associazione per lo Sviluppo della Valutazione e l’Analisi delle Politiche Pubbliche
  • Ore 16.30 Focus Group “Riunioni Di Famiglia e Comunità Educante” – Parteciperanno alunni, genitori, docenti, facilitatori e portavoce. Moderano Rosa Pricoco Senior Project Manager Consorzio La Rada; Giovanna Marini, pedagogista esperta di dinamiche relazionali e Liliana Chiappetta, socio-pedagogista esperta nella gestione di gruppi
  • Ore 18.00 Restituzione dei risultati dei Focus Group in plenaria
  • Ore 18.45 Chiusura lavori

Interverranno:

  • Nino Savastano, Assessore Politiche Sociali Comune di Salerno
  • Eva Avossa, Assessore Pubblica Istruzione Comune di Salerno
  • Maria Rosalba De Vivo, Assessore Pubblica istruzione Comune di Pontecagnano Faiano
  • Antonella Masullo, Settore Servizi Sociali Comune di Cava de’ Tirreni

 

IL PROGETTO Family Group Conferences and Student At Risk sperimenta una modalità innovativa per affrontare precocemente con la famiglia e la scuola, il disagio che ragazzi e adolescenti possono manifestare nel contesto scolastico: dalle difficoltà relazionali alla fatica nell’apprendimento. Fenomeni che spesso conducono all’abbandono scolastico. Il modello delle “Riunioni di Famiglia” si basa sulla promozione di un’alleanza positiva tra lo studente, la scuola e la sua famiglia allargata (insieme anche ad altre figure di riferimento come il nonno, l’allenatore di calcio e il miglior amico), per condividere un patto educativo che sostenga il ragazzo nel superamento delle difficoltà scolastiche grazie all’impegno reciproco che ciascun componente della Riunione di Famiglia assume. Il progetto finanziato dal programma EASI Progress dell’Unione Europea ha visto la supervisione scientifica dell’Università Cattolica di Milano e la sperimentazione, dallo scorso anno, nelle scuole della città metropolitana di Milano, nella provincia di Lodi e nella provincia di Salerno con il Consorzio La Rada in qualità di soggetto attuatore in diversi istituti della provincia di Salerno.

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.