Pizzeria Betra Salerno

Salernitana: è tempo di ripartire

Intanto Palombi ha scelto: giocherà con la maglia numero 19. Alle 14 erano 2004 i tagliandi acquistati dai tifosi granata

Enzo Sica

282

Si gioca. Dopo 23 giorni di stop il campionato di B riprende la sua marcia iniziando il girone di ritorno. E per la Salernitana, all’Arechi, un avversario di quelli tosti, da non sottovalutare come il Venezia. La squadra di Pippo Inzaghi, infatti, lontana dal Penzo è temibile per cui occhio ai nero-verdi che dopo lo stop dell’ultima giornata dell’anno cercano la ripartenza proprio da Salerno. Stefano Colantuono, che non sappiamo se è contento sull’arrivo finora di un solo elemento come Palombi, deve fare di necessità virtù mandando in campo una squadra votata all’offensiva ma certamente guardinga nel reparto arretrato. Anche perché il caso di Alessandro Bernardini (che non ha voluto almeno per ora rinnovare il contratto in scadenza) esploso come un petardo alla vigilia di questa gara, potrebbe portare il difensore a partire dalla panchina. E dunque Colantuono che probabilmente si aspettava una chiusura dell’anno con ben altre prospettive e non con due sconfitte pesantissime sul groppone, potrebbe riproporre nella sua difesa a tre l’ex modenese Popescu con Mantovani e Schiavi. Anche perché Vitale è squalificato dopo l’espulsione di Palermo per cui sull’out mancino dovrebbe giocare qualcuno che riesca anche a fare la doppia fase, attaccare e difendere. Infatti a centrocampo, con Minala out, c’è un grosso vuoto da colmare. In attacco Colantuono si affiderà a Sprocati dietro le due punte che dovrebbero essere Palombi e Rossi, finirà i panchina Bocalon che nelle ultime ore era stato accostato proprio al Venezia per un ritorno in laguna. La notizia è stata poi smentita anche se..  Restano pochi, attualmente i biglietti venduti finora. La gara non tira. Vuoi per gli acquisiti che non sono arrivati ma anche per l’ibrida posizione di classifica della Salernitana che vuol puntare ai play off ma che non riesce ancora a ritagliarsi una dimensione in questo campionato di B. Certamente ci sarà lo zoccolo duro di una tifoseria che crede molto nelle potenzialità di questa squadra che con qualche altro acquisto mirato potrebbe davvero riemergere dalla iniqua posizione di classifica dove si trova attualmente. Intanto Simone Palombi ha scelto il suo numero di maglia, giocherà con la 19, divisa “storicamente” legata a Giacomo Tedesco, solo qualche settimana fa era la maglia di Leonardo Gatto.

di Enzo Sica

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.