Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, nuovo tridente

Contro il Savoia Mendicino affianca Calil e Nalini

Nicola Roberto

632

Potrebbe esserci anche Claudio Lotito domani al Giraud per seguire dalla tribuna la gara col Savoia. Chi non potrà mancare è la Salernitana, condannata a vincere per rinfocolare le speranze di coronare l’inseguimento al Benevento, cui il primato ha conferito anche un che di spocchioso che rende, di s0lito, antipatici i primi della classe.

A Torre Annunziata la Salernitana dovrà vincere e, magari, pure convincere. Basterebbero i tre punti, però, per non far scricchiolare di nuovo la panca di Menichini, la cui strategia di gara contro il Foggia ha lasciato perplessi la proprietà, Fabiani ed i tifosi.

Il tecnico toscano non fa calcoli e per il derby contro gli oplontini, che non se la passano certo bene vista la delicatissima situazione societaria, non risparmierà i diffidati Pestrin e Trevisan. in campo i migliori e, soprattutto, Mendicino che ha convinto Menichini a dargli fiducia e a restituirgli una maglia da titolare dopo la bella prova contro il Foggia, impreziosita dal gol dell’illusorio vantaggio.

Giocherà nel tridente con Calil e Nalini. Il brasiliano partirà da posizione centrale, l’ex Crotone largo a sinistra ma con licenza di accentrarsi specie quando il paulista si trasformerà in rifinitore. Menichini chiede movimento ai suoi attaccanti per non dare punti di riferimento alla difesa dei bianchi di casa, orfani dei loro tifosi.

Gli ultras diserteranno la curva del Giraud in segno di protesta contro la società che da tempo non onora i suoi impegni. Non bisogna, però, lasciarsi distrarre nè intenerire dai guai altrui. La Salernitana deve vincere, il resto conta poco.

Le scelte di Menichini sono ormai note e definitive. Trevisan guiderà la difesa giocando in tandem con Lanzaro. Colombo e Bocchetti saranno i terzini. Gori giocherà dal primo minuto. In mediana Moro e Favasuli angeli custodi di Pestrin. Del tridente si è già scritto e detto tanto. Nuova occasione per Mendicino in un nuovo contesto tattico.

Vincere un derby per preparare al meglio il prossimo, quello del 7 marzo con il Benevento. La Salernitana non deve inventarsi niente. Tre punti, please.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.