Salernitana, non voltarti!

Di nuovo da sola in vetta, la squadra granata non deve più distrarsi

Nicola Roberto

572

Ci sono vittorie che segnano una stagione e quella ottenuta a Catanzaro è per la Salernitana una di quelle che contano come poche altre.

Senza Calil e Nalini, con Mendicino poco incisivo, è toccato all’uomo venuto dall’Est vestire i panni del matcj winner. Andrei Cristea ha sfornato un assist per il gol di Negro e poi ha segnato nel recupero il gol della vittoria, lasciando la sua firma su un successo che vale più dei tre punti che hanno rimpolpato la classifica dei granata, corsari per l’undicesima volta in stagione.

Alla Salernitana si chiedeva di vincere per sfruttare la frenata del Benevento a Caserta ed i granata lo hanno fatto al culmine di una partita dai due volti.

Primo tempo molle e svagato, passato in balia del Catanzaro e trascorso senza danni solo per le prodezze di Gori. Poi, nella ripresa il cambio di passo. L’ingresso di Cristea ha dato nuova verve all’attacco ed infatti è arrivata la rete di Negro. Quando il più pareva fatto, ecco l’espulsione di Lanzaro, encomiabile nell’essere sceso in caso nonostante il lutto che lo aveva colpito, ed il pari calabrese propiziato da un errore di Gori.

A tempo scaduto, però, Cristea ha deciso la gara e riportato in vetta da sola la Salernitana. Mancano sette gare alla fine e due punti di vantaggio sono pochi o tanti, a seconda di come la Salernitana saprà comportarsi da qui in avanti. Contro la Reggina sarà fondamentale tornare alla vittoria in casa per ripristinare il fattore Arechi e per rispondere all’eventuale sorpasso del Benevento, che giocherà in anticipo con la Paganese.

Ora è il momento della verità. La Salernitana vede il traguardo e  non deve più voltarsi indietro.

Commenti

I commenti sono disabilitati.